×

Florida: nasconde 15 bottiglie e 30 dvd nei calzoni, scoperto dal poliziotto all’uscita

In Florida uno uomo è stato scoperto da un poliziotto fuori servizio fuori da un negozio, dopo aver messo nei pantaloni 15 bottiglie di olio per auto e 30 dvd che aveva appena rubato.

Restituzione della refurtiva
La scena

 

L’episodio

L'aveva nei pantaloni

Il fatto è avvenuto nel pomeriggio di giovedì scorso, 1° giugno, a nord di Lakeland, una città della Florida: un uomo di nome William Jason Hall, 38 anni, ha cercato di rubare da un negozio della catena 7-Eleven ben 15 bottiglie di olio per auto Pennizzoli e 30 dvd del valore complessivo che andava dagli 1.99 ai $5.99 dollari, nascondendoli nei calzoni, per poi uscire indisturbato; ma all’esterno dell’edificio, seduto sulla sua auto di pattuglia senza segnalazione c’era un poliziotto, un detective fuori servizio e in borghese di nome Phil Ryan, che insospettito dalla larghezza dei jeans e dall’andatura dello sconosciuto, lo ha avvicinato e ha scoperto il furto, costringendo il malintenzionato a riportare la refurtiva da dove l’aveva presa.

Hall è stato arrestato, probabilmente tradito soprattutto dal fatto di essere stato costretto a reggere con entrambe le mani, per non farlo cadere, il maltolto che aveva messi nei pantaloni: circa 15 chili di roba.

L'arrestato

Fatto curioso riferito dagli agenti dell’Ufficio dello Sceriffo di Polk County ad alcuni media locali è che, tra i dvd che egli aveva rubato, ce n’era anche uno sulle avventure di “Lessie”, il mitico collie della televisione, oltre ad altri noti telefilm elencati nel negozio 7-Eleven come “regali dell’ultimo minuto”. Era la terza volta che Hall veniva arrestato per piccoli furti e questa volta pagherà.

Altri casi di refurtiva nei pantaloni

Non è certo la prima volta che i pantaloni vengono utilizzati per nascondere oggetti rubati. Per esempio alla fine di marzo 2015, a Camerano (Ancona), tre giovani, tra cui due rom, sono state arrestate con l’accusa di ricettazione per aver cercato di rubare da ben tre centri commerciali capi di abbigliamento del valore di parecchie migliaia di euro, nascondendoli in speciali tasche ricavate dai pantaloni, tanto che le tre vennero soprannominate “le ladre canguro”.

Alla fine dell’aprile scorso due ragazzi kosovari di 22 e 23 anni hanno sottratto all’Ipermercato “Cuore Adriatico” di Civitanova Marche (Macerata) alcuni cosmetici del valore complessivo di circa 90 euro, nascondendoli nelle tasche dei calzoni. Scoperti dai carabinieri fuori dal negozio, i giovani ladri sono stati denunciati per concorso in furto aggravato. Ancora, pochi giorni fa, un caso analogo è avvenuto a ad Altarello Baida (Palermo), dove due ragazze sono state arrestate per un furto al MediaWorld di smart e tablet che in tutto costavano circa 700 euro. Entrambe hanno ora l’obbligo di presentarsi alla polizia giudiziaria e poi affronteranno il processo per furto aggravato. Gli esempi reali potrebbero continuare, e come dimenticare poi la scena del film “Notting Hill” (1999), in cui il personaggio di Hugh Grant, William Tucker, proprietario con un amico di una libreria di viaggi situata proprio nel celeberrimo quartiere londinese, scopre grazie alle telecamere di sorveglianza, che un uomo si era messo un libro nei pantaloni senza l’intenzione di pagarglielo, il tutto sotto gli occhi del personaggio di Julia Roberts, l’attrice hollywoodiana Anna Scott, che poi si sarebbe innamorata e avrebbe sposato l’ “uomo comune” Tucker?

Il protagonista e il ladro


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche