×

Sembra un gioco innocuo per bambini, ma il borace al suo interno è molto pericoloso

Circolano da tempo alcuni giochi gelatinosi per bambini: al loro interno contengono il borace, una sostanza pericolosa, usata anche nel taglio dell'eroina.

default featured image 3 1200x900 768x576

Di recente è diventato piuttosto comune vedere in rete questi particolari giochi dalla consistenza piuttosto gelatinosa o slime. Ed è facile immaginare come i bambini si possano divertire giocando con essi. Si tratta di un gioco alquanto economico, molto di più rispetto ad altri giocattoli più sofisticati.

Inoltre consente ai piccoli di usare la loro creatività e la loro immaginazione. Eppure, nonostante ciò, questi slime hanno un problema che non dobbiamo ignorare. E tale problema riguarda uno degli ingredienti presente nel suo composto: il borace.

chncdhaHR0cHM6Ly9wZXJmZWN0by5ndXJ1L3dwLWNvbnRlbnQvdXBsb2Fkcy8yMDE3LzAzL2Q3M2VkZTRmMzY1NGE5NjA5MGMxYTkwYmQyNmQ1NTg0LmpwZw.prx .5f3f1e55

Tutto quello che occorre per realizzare un gioco simile è un po’ di acqua, della colla vinilica e il borace appunto, conosciuto anche come sodio borato. Questa sostanza viene di solito usata per la preparazione di detersivi, di ammorbidenti, di vernici e di pesticidi. Probabilmente il lato più sconvolgente, però, è che il borace viene anche utilizzato per il taglio dell’eroina.

La tossicità di questo prodotto ha portato il Governo degli Stati Uniti d’America a considerarne il suo uso illegale.

Il borace, infatti, irrita gli occhi e la pelle, provocandone secchezza e dolore. Il contatto prolungato con questo tipo di sostanza può causare dermatiti, sterilità, congiuntivite, anemia e alopecia. Quindi è meglio evitarlo, senza ombra di dubbio.

Il borace, questo sconosciuto

Il borace è una sostanza che a alte temperature si trasforma in un vetro isolante. Pertanto il suo principale uso è quello di essere usato come pasta coadiuvante nelle saldature. Allo stesso modo si può usare per creare uno strato vetroso isolante sulle terraglie di coccio. Viene usato anche nella produzione di smalto, vetro e vasellame in ceramica rinforzata.

borace

In chimica analitica tale sostanza ha trovato uso per il rilevamento della presenza di un dato ione in un composto. Questo metodo consiste nel far fondere qualche pezzo di borace in una piccola perla, sulla quale poi viene fatto aderire qualche cristallo del composto in esame. In fotografia, invece, il borace viene usato come sostanza alcalina. In particolare per la composizione dei bagni di sviluppo a grana fine per le pellicole in bianco e nero.

Il borace fu importato in Europa da Marco Polo. Esso ebbe come conseguenza lo sviluppo di un’industria di raffinazione nella zona di Venezia. Qui veniva prodotto il cosiddetto borace veneziano. Il borace si trova in natura nei depositi di evaporite, che sono prodotti dalla continua evaporazione dei laghi stagionali. I depositi più considerevoli dal punto di vista commerciale si trovano vicino a Boron, in California. Ma essi hanno sede anche in altre zone del sud-ovest degli Stati Uniti, nel Deserto di Atacama in Cile, nel Tibet e in Turchia. Il borace può anche essere prodotto in maniera sintetica da altri composti del boro. Di norma, però, avviene proprio il contrario: ossia la maggior parte dei composti del boro viene prodotta a partire dal borace.

chncdhaHR0cHM6Ly9wZXJmZWN0by5ndXJ1L3dwLWNvbnRlbnQvdXBsb2Fkcy8yMDE3LzAzL2M4NDA1MjhhOWNkNWI0YzQ2MWQ0YWI4M2YxZDVjNjAyLmpwZw.prx .9aef9d9f

Se dunque anche i tuoi bambini ti chiedono di giocare con questa tipologia di gioco, possono farlo. Infatti è possibile realizzare in casa una sostanza simile allo slime. Basta usare l’amido di mais e il latte condensato, senza colla. In questo modo, non esiste pericolo nemmeno se i bambini lo ingeriscono inavvertitamente!

[fonte: Wikipedia]


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora