Grande Fratello, comunità ebraica contro Luigi Favoloso
Grande Fratello, comunità ebraica contro Luigi Favoloso
Gossip e TV

Grande Fratello, comunità ebraica contro Luigi Favoloso

Luigi Favoloso
Luigi Favoloso

La comunità ebraica critica Luigi Favoloso del Grande Fratello per il tatuaggio sul braccio con una scritta nazista, coperta con la bandiera siriana.

Bufera su Luigi Favoloso del Grande Fratello. Non perché attaccato dalla sua ex, Nina Moric, o da Patrizia Bonetti. A puntare il dito contro di lui è stata nientemeno che da alcuni ebrei italiani, per via di un tatuaggio nazista che l’imprenditore aveva su un braccio prima di entrare nella casa più spiata d’Italia. L’averlo modificato con dell’inchiostro, disegnando la bandiera del sanguinario regime siriano, ha però peggiorato la situazione, dato che tra l’altro il presidente Bashar al Assad è ostile a Israele. Favoloso è noto per appartenere al Movimento di CasaPound e anche Nina Moric si era espressa a sostegno del movimento durante la campagna elettorale in vista del 4 marzo 2018.

Luigi Favoloso tatuaggio

La scritta

La frase sul braccio del concorrente del Grande Fratello, “Gott Mit Uns”, “Dio è con noi”, era il motto dell’antico Ordine Teutonico, adottato dai nazisti dopo che l’avevano fatto il re di Prussia e gli Imperatori tedeschi.

Alla fine della Prima Guerra Mondiale e della monarchia era stato inciso sulla fibbia dei cinturoni dell’esercito della Repubblica di Weimar insieme a un’aquila simbolo della Germania e poi adottato dalle SS nella Wehrmacht partire dal 1935 per volere di Hitler. Solo che tra gli artigli dell’aquila era stata aggiunta una svastica.

La dichiarazione della comunità ebraica

In merito al tatuaggio di Luigi Favoloso è intervenuta la vicedirettrice dei media della Comunità Ebraica di Milano Ester Moscati. Quest’ultima, interpellata dal settimanale “Nuovo”, si è fatta portavoce di un sentimento di “profondo sconcerto” per il fatto che si ammettano certi concorrenti in una trasmissione così popolare come il Grande Fratello, seguita soprattutto dai giovani. Personaggi “portatori di un’ideologia antisemita, violenta e liberticida”, ha sottolineato Ester Moscati. Aggrava la situazione anziché migliorarla il fatto che Favoloso abbia coperto la scritta “nazista” con la bandiera del regime siriano. La comunità auspica che la produzione del Grande Fratello prenda provvedimenti.

Il concorrente sarà informato delle critiche? Si scuserà? Intanto è in nomination con Alberto Mezzetti e Simone Coccia. Il motivo, però, è un insulto nei confronti di Aida Nizar.

Le parole del concorrente

Luigi Favoloso ha espresso certe sue idee nemmeno nella Casa, affermando di essere entrato in politica perché gli italiani non arrivino a mettere l’ananas sulla pizza in nome del multiculturalismo e che “la Festa della Liberazione è sbagliata”. In seguito era stato criticato per le sue affermazioni.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche