×
Home > Guide > Cerotto anticoncezionale: controindicazioni e metodi alternativi
18/01/2019 | di Daniele Caretti

Cerotto anticoncezionale: controindicazioni e metodi alternativi

Il cerotto anticoncezionale è una nuova alternativa contraccettiva innovativa rispetto ai tradizionali metodi, vediamo insieme come funziona, le controindicazioni e altre soluzioni contraccettive largamente diffuse.

cerotto anticoncezionale
cerotto anticoncezionale

Il mondo dei metodi contraccettivi femminili è vastissimo, da sistemi più naturali come il coito interrotto a quelli più innovativi sorti solo recentemente. Negli ultimi anni c’è stata una notevole crescita dell’utilizzo di metodi contraccettivi non naturali, come ad esempio il cerotto anticoncezionale.

I possibili fattori di successo di tali alternative rispetto a quelle più tradizionali possono ricondursi ad una maggiore consapevolezza rispetto al passato e alla continua innovazione scientifica sotto tutti i punti di vista. Vediamo in seguito di cosa si tratta, le controindicazioni e alcuni metodi alternativi a questo.

Cerotto anticoncezionale

Uno tra i metodi anticoncezionali più innovativi degli ultimi anni è senza dubbio il cerotto anticoncezionale. Si tratta di un piccolo cerotto di forma quadrata che agisce per via transdermica, cioè rilasciando un mix di ormoni direttamente sotto la cute in modo da prevenire eventuali gravidanze impedendo il processo di ovulazione.

Il cerotto si compone di 3 strati e quello più a contatto con la pelle contiene gli ormoni di tipo estrogeno e progestinico.

Quest ultimo è l’elemento innovativo in quanto contribuisce maggiormente alla soppressione dell’ovulazione. Il funzionamento del cerotto è molto più semplice di quanto si pensi, in quanto dal momento in cui aderisce con la pelle rilascia in modo graduale e continuo un dosaggio ideale per evitare l’ovulazione.

Il cerotto anticoncezionale deve essere applicato su pelle asciutta, pulita e priva di peli nelle prime 24 ore dalla comparsa delle mestruazioni, e deve essere tenuto per una settimana in uno dei seguenti punti:

  • Addome
  • Natiche
  • Avambraccio superiore
  • Parte superiore del tronco

Una volta finita la settimana è necessario cambiare la posizione del cerotto, stando attenti a non posizionarlo nuovamente sulla zona in cui era precedentemente disposto. Nel caso in cui venisse messo dopo le 24 ore dalle mestruazioni, è consigliato utilizzare per i primi 7 giorni anche un metodo di contraccezione non ormonale come il preservativo.

Se il cerotto dovesse staccarsi anche parzialmente si può riattaccare entro 24 ore, in caso contrario sarà necessario iniziare un nuovo ciclo. Una volta terminato un ciclo di 3 settimane cambiando cerotto dopo il 7 giorno, bisogna aspettare una settimana per iniziare un nuovo ciclo.

Cerotto anticoncezionale: le controindicazioni

Come tutti i metodi contraccettivi, esistono dei vantaggi e degli svantaggi. Per alcune donne l’utilizzo del cerotto è sconsigliato, specialmente per chi soffre di gravi problemi di salute quali:

  • Ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti
  • Trombosi
  • Malattie cardiache
  • Sanguinamento vaginale
  • Disfunzione epatica e renale
  • Emicrania
  • Tumori al seno, cervice, utero, vagina e fegato

Inizialmente l’uso del cerotto potrebbe portare ad un leggero aumento di peso. Inoltre è importante chiarire che sicuramente previene gravidanze indesiderate ma come la pillola non protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili come può essere Hiv.

I metodi alternativi al cerotto anticoncezionale

In alternativa al cerotto anticoncezionale, altri metodi contraccettivi femminili efficaci sono sicuramente:

  • Spirale, strumento anticoncezionale che viene inserito direttamente nell’utero per impedire gravidanze; uno dei vantaggi più evidenti è che non richiede un assunzione quotidiana.

    La spirale viene inserita e rimossa sempre dal ginecologo.

  • Pillola anticoncezionale, si tratta di un farmaco contraccettivo ormonale che si prende per via orale molto utilizzato dalle donne. La sua funzione è molto simile al cerotto anticoncezionale, infatti in ogni pillola è presente un combinazione ormonale a livello di estrogeno e progestinico. Inoltre è riconosciuto anche come la soluzione reversibile con la più alta percentuale di efficacia.
  • Anello vaginale, un ulteriore contraccettivo ormonale, che si differenzia dagli altri in quanto deve essere posizionato all’interno della vagina, e non necessariamente con l’aiuto del ginecologo. La caratteristica principale è il lento rilascio di ormoni che dura nel tempo.

Ricordiamo che su Amazon sono presenti numerosi prodotti anticoncezionali, di seguito segnaliamo i migliori presenti sul noto e-commerce

100 preservativi sottili ad alta intensità con contenitore omaggio – Durex

Test di ovulazione x Test di gravidanza – One Step


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche