Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Bonus condizionatori: come ottenerlo senza ristrutturazione
Istruzioni pratiche

Bonus condizionatori: come ottenerlo senza ristrutturazione

aria condizionata
bonus condizionatori

Per combattere il caldo installare un condizionatore è la soluzione migliore, scopri come ricevere il bonus fiscale senza anche ristrutturazione.

Possedete un condizionatore e recentemente avete sentito parlare del bonus 2019 per i condizionatori, ma non avete le idee molto chiare, vero? L’estate è arrivata e con lei anche la legge di stabilità 2019. Il condizionatore è di grande aiuto in una stagione segnata dall’afa e dall’umidità e questo nuovo bonus è proprio ciò che ci vuole per convincerci finalmente ad acquistare un condizionatore o ad alleggerire la spesa già avvenuta, compiendo una buona azione per l’ambiente.

Bonus condizionatori: con o senza ristrutturazione

La nuova legge di stabilità ha introdotto numerose agevolazioni fiscali per permettere alla gente di acquistare degli elettrodomestici, anche i più costosi. Il bonus condizionatori fa parte di queste agevolazioni. Si tratta di una detrazione IRPEF che spetta a tutti i possessori di un condizionatore con o senza ristrutturazione. L’obiettivo è di ottimizzare l’efficienza energetica all’interno di qualsiasi edificio. Ovviamente, affinché si possa ricevere il bonus, bisogna essere sicuri di avere tutti i requisiti necessari.

Le due tipologie di agevolazione fiscale

Le parole d’ordine nella maggior parte dei casi, per ottenere l’ambito bonus, sono “alta efficienza energetica” e “pompa a calore“.

Questa ha sostituito la maggior parte dei classici riscaldamenti a gas ed è un requisito quasi fondamentale, secondo la Legge. Vi sono due percentuali di detrazione dal totale specifiche in base al caso, ovvero il 50% e il 65%. È prevista una detrazione del 50% se l’acquisto del condizionatore è stato effettuato nell’ambito di una ristrutturazione, con una pompa a calore che miri al risparmio energetico. In questo caso l’alta efficienza non è necessaria. La spesa massima è di 96.000 Euro. Il 65% di detrazione spetta, invece, ai possessori di un condizionatore con pompa a calore, ad alta efficienza, se l’acquisto è avvenuto in un periodo diverso da quello di ristrutturazione.

Nel caso in cui non sia in atto una ristrutturazione o si sta sostituendo il vecchio condizionatore con un impianto differente, la legge prevede una detrazione del 65%. Questo vale nel caso di un impianto di climatizzazione invernale, che sia almeno di classe A, con apparecchi ibridi o con dei generatori a condensazione.

Anche in questo caso, rientrano nella lista gli impianti con pompe di calore ad alta efficienza. Godono dello stesso vantaggio pure gli impianti con caldaie a condensazione e con sistema di distribuzione e gli scaldacqua tradizionali a pompa di calore atti alla produzione di acqua calda sanitaria.

Bonus condizionatori: metodo di pagamento e come richiederlo

Sono assolutamente banditi i pagamenti in contanti. Per ottenere il bonus, infatti, bisogna eseguire il pagamento secondo le modalità previste dalla normativa vigente, ovvero: tramite bonifico postale o bancario o con bonifico bancario parlante. In quest’ultimo vanno indicati la causale usata per bonifici riguardanti lavori di ristrutturazione agevolati dal punto di vista fiscale. La causale deve essere comprensiva del Codice fiscale di chi effettua l’acquisto e della Partita Iva o Codice Fiscale di chi vende il prodotto. È molto importante conservare tutte le ricevute e la documentazione, al fine di presentarle per l’ottenimento del bonus. Dunque, l’importante è che i pagamenti effettuati siano tracciabili.

È bene ricordare, inoltre, che il condizionatore è un bene significativo e dunque comporta un‘Iva agevolata al 10%.

Potete richiederlo entro il 31 dicembre 2019, compilando la dichiarazione dei redditi con Modello 730 o Unico. Per ulteriori chiarimenti e informazioni, visitate il sito dell’Agenzia delle Entrate. Come si è potuto constatare, il 2019 è davvero l’anno giusto per acquistare un condizionatore nuovo o cambiare quello vecchio. In questo modo, potremo combattere l’afa e allo stesso tempo aiutare l’ambiente.

Il miglior condizionatore portatile

Oltre ai classici condizionatori, di recente si è diffusa in commercio una tipologia particolare di questo prodotto, ossia il climatizzatore portatile. Questa variante del modello classico non richiede installazioni a muro e può essere, così, spostato da una stanza all’altra in ogni momento, in modo da ottenere ambienti freschi e più vivibili quando si voglia. In commercio esistono tanti prodotti di questo tipo, ma il migliore climatizzatore portatile, a detta di esperti e consumatori che lo stanno utilizzando per affrontare il caldo estivo, anche in termini di rapporto tra qualità e prezzo, è Artic Air Cube.

Si tratta di un prodotto dalle dimensioni contenute, che può essere disposto in qualsiasi stanza senza necessità di installazioni; allo stesso tempo, comunque, è in grado di rinfrescare le stanze della casa o dell’ufficio in maniera efficace e rapida, grazie all’innovativa ed ecologica tecnologia di cui dispone. Per questo, in effetti, è considerato il miglior prodotto presente al momento sul mercato, anche in termini di rapporto qualità e prezzo, secondo gli esperti e i consumatori che ne hanno sperimentato le proprietà benefiche. Infatti, apporta notevoli vantaggi:

  • dispone di una tecnologia innovativa di raffreddamento ad acqua; l’aria calda viene catturata dal climatizzatore e spinta contro un filtro bagnato; una volta che l’acqua è evaporata, l’aria fredda viene rilasciata in modo da rinfrescare l’ambiente;
  • si tratta di un prodotto ecologico, dal momento che non usa nessuna sostanza refrigerante chimica;
  • dispone di tre velocità di funzionamento, così da regolare la temperatura degli ambienti nel modo più idoneo alle proprie esigenze;
  • presenta diverse funzioni: non solo rinfresca l’ambiente, ma purifica e deumidifica l’aria, in modo da contrastare efficacemente l’afa estiva;
  • il suo funzionamento è semplice e intuitivo, oltre a non richiedere installazioni ai muri;
  • possiede dimensioni contenute: non solo efficace, ma può essere disposto ovunque in qualsiasi momento, per rinfrescare diverse stanze a seconda delle esigenze;
  • il design è innovativo e si sposa con qualsiasi stanza dallo stile moderno.

Per chi fosse maggiormente interessato, sono disponibili ulteriori informazioni cliccando qui o sulla seguente immagine.

-

Artic Air Cube è un prodotto facile da usare: basta riempire il serbatoio di acqua, collegare l’unità e accenderla. Questi semplici passaggi consentono di ristabilire il fresco negli ambienti, in modo da trascorrere con maggior serenità le calde giornate che ci attendono.

Artic Air Cube è un prodotto esclusivo. Per questo, esiste un solo modo per acquistare il prodotto originale: collegandosi al sito ufficiale della casa di produzione. Il prodotto, infatti, non può essere acquistato né presso i negozi fisici, come supermercati o rivendite specializzate, né presso i siti di e-commerce online. Dopo aver cliccato su “Ordina ora”, per completare l’acquisto, è sufficiente compilare un breve modulo con i propri dati personali ed attendere la chiamata per la conferma dell’ordine. I dati forniti saranno trattati nel rispetto della privacy e il prodotto perverrà all’indirizzo pattuito nel giro di qualche giorno lavorativo. Al momento, il prezzo di Artic Air Cube è pari a 59 €, con spedizione gratuita. Sono disponibili diverse modalità di pagamento; non solo con carta di credito o Paypal, è possibile pagare anche in contrassegno, ossia in contanti al corriere al momento della consegna.

© Riproduzione riservata

Leggi anche