×

Incidente mortale, bimbo cerca aiuto per genitori e sorella

Condividi su Facebook

Il padre, ex finanziere, e l'altro conducente sono morti sul colpo. Gravi tutti gli altri passeggeri, illeso il bambino.

Ha solo 8 anni ed è stato ritrovato mentre vagava da solo, tra gli ulivi della provincia di Lecce, in cerca di aiuto per i genitori e la sorella maggiore. È l’unico membro della famiglia a essere riuscito a liberarsi dalle lamiere dopo l’incidente che ha coinvolto l’Audi A6 del padre e una Fiat Panda. I passeggeri delle due vetture provenivano da due diverse feste di nozze.

L’incidente

Lo schianto è avvenuto sulla strada provinciale 131 che unisce Surbo a Torre Rinalda, vicino a Lecce. Sono molti gli abitanti della zona che lamentano la pericolosità della strada in questione, specialmente di notte. Lo scontro ha provocato la morte di entrambi i conducenti. Alla guida dell’Audi c’era Franco Calogiuri, ex finanziere di 41 anni.

Solo il figlio minore è riuscito ad allontanarsi dall’auto per chiedere aiuto.

Non si è reso conto della gravità della situazione e sembra che ancora non sappia della morte del padre. Vagando tra gli ulivi, è stato individuato dai soccorritori, che lo hanno portato in salvo. Il piccolo ha riportato solo qualche escoriazione superficiale. Le forze dell’ordine e i medici si sono commossi davanti al coraggio del bambino.

I soccorsi sono stati chiamati dagli altri partecipanti al matrimonio da cui proveniva la famiglia Calogiuri e che stavano percorrendo la stessa strada. La polizia ha immediatamente dato inizio ai rilievi per ricostruire la dinamica dell’incidente, ma non ha ancora rilasciato dichiarazioni in merito.

La famiglia

Tutta la famiglia che viaggiava a bordo dell’Audi è stata ricoverata all’ospedale Vito Fazzi, a Lecce. La madre del piccolo, l’agente della Guardia di Finanza Roberta Budano, è in gravissime condizioni e i medici temono per la sua vita.

Secondo quanto dichiarato nel pomeriggio del 16 luglio, la donna si trova ancora nel reparto di Rianimazione. Il personale dell’ospedale ha voluto tenere il figlio all’oscuro della gravità della situazione.

Grave anche la sorella di 10 anni, operata d’urgenza. L’incidente ha provocato la perforazione della parete dello stomaco della bambina.

La Fiat Panda

La Fiat era guidata dal 68enne Santo Greco, morto sul colpo. Con lui viaggiava la moglie Oronza Bianco. La donna è stata portata in ospedale insieme alle altre vittime, ma sembra che le sue condizioni stiano migliorando e che non sia in pericolo di vita.

I corpi delle due vittime si trovano nella camera mortuaria del Vito Fazzi. Verranno sottoposti a un esame autoptico, su disposizione della procura di Lecce.

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Lisa Pendezza

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Leggi anche