×

La Camba naviga Controvento e invita a restare sé stessi: “Ad avermi migliorata è stata mia figlia”

Orgogliosa dei Maneskin, desiderosa di lavorare con artisti della nuova generazione, La Camba presenta il nuovo singolo e confida l'amore per sua figlia.

La Camba Controvento

Autrice di Luca Carboni, Emma, Max Gazzè, Alessandra Amoroso, Nek, Elodie, Annalisa, Marco Masini, fino a Laura Pausini e Gianni Morandi, La Camba fa della parola il suo punto di forza. È autrice stimatissima, ma anche una grande cantante. Così nell’intervista esclusiva Federica Camba – in arte La Camba – presenta il suo nuovo singolo, “Controvento”.

La Camba racconta “Controvento”

Gentile, solare, simpatica, ma anche dolce e graffiante: La Camba si fa conoscere per la sua vena poetica, la scrittura raffinata e il sound deciso e coinvolgente che si coniuga armoniosamente con l’intensità della sua voce.

È proprio attraverso la sua voce che La Camba libera i pensieri profondi di chi sceglie di vivere controvento, senza il timore di perdersi negli standard della quotidianità e di fare della propria vita quello che ognuno sogna per sé stesso da bambino.

Lo stesso messaggio viene richiamato anche nel videoclip in cui la libertà di essere sé stessi si contrappone alle mode e alle tendenze che spingono verso l’omologazione. Un inno alla libertà e al coraggio di vivere.

A proposito del suo nuovo singolo, che arriva dopo il successo di “Qui e ora” e di “Facci caso”, ha dichiarato: “Con “Controvento” vorrei trasmettere quello che il brano ha trasmesso a me. Con il brano racconto la voglia di libertà, per restare semplicemente sé stessi e intraprendere la propria strada, avendo il coraggio di non arrendersi.

Sento che “Controvento” mi sta insegnando tanto. È strano, perché la canzone è uscita da me e in teoria dovrei sapere quello che racconto. Eppure non è del tutto così”.

La Camba Controvento

“Non so se ho l’esigenza di essere a tutti i costi controcorrente.

Ma invito a essere sempre sé stessi, a rimanere quello che sognavamo di essere e non quello che siamo diventati, perché i fatti, le circostanze o le altre persone – e quello che si aspettano da noi – hanno influito sulla nostra persona. Con “Controvento” non voglio andare necessariamente contro qualcuno o qualcosa, ma verso sé stessi, perché ognuno è prezioso nella propria unicità.

La Camba presenta “Controvento” e le sue collaborazioni

La capacità artistica l’ha resa un pilastro dell’autorialità musicale italiana, con più di 10 milioni di copie vendute, firmando canzoni per sé e per altri grandi interpreti dello scenario musicale italiano e non solo. Federica Camba ha all’attivo due album da solista, “Magari oppure no” e “Buonanotte sognatori”, e ora è pronta a presentare ai fan il suo terzo disco.

Tra i tanti grandi artisti, con chi non ha mai lavorato ma sogna di intraprendere una collaborazione? “Sto finendo il mio terzo album e ovviamente sto collaborando con qualche artista, ma non mi piace dare anticipazione”, ha svelato con il sorriso.

Poi l’autrice ha spiegato:In Italia in questo momento c’è un grande fermento e ne sono molto contenta. I Maneskin mi rendono molto orgogliosa. Ora vorrei davvero mischiarmi con artisti della nuova generazione, sia nella scrittura sia nel canto, perché anche il modo di cantare quello che diciamo è cambiato tantissimo. Non so fare un nome preciso, ma ci sono parecchi artisti che mi stimolano.

La Camba presenta “Controvento” e il ritorno all’Arena di Verona

Il mondo della musica e dello spettacolo è rimasto fermo a lungo a causa dell’emergenza coronavirus. Finalmente, almeno in parte, sembra che il settore stia ripartendo. La Camba lo sa bene: dopo tanti mesi, è salita su uno dei palchi più prestigiosi, quello dell’Arena di Verona, cantando al fianco di Marco Masini.

La Camba Controvento

Com’è stato per Federica riassaporare la magia e l’emozione di tornare a esibirsi live? “Essere sul palco dell’Arena di Verona e duettare con Marco Masini, uno dei miei idoli quando ero piccolina (che mi ha formata con la sua musica), è stato un ritorno incredibile alla musica live, interagendo con il pubblico. Ho provato un’emozione dentro di me che non ha eguali, forse perché quel momento e quel posto racchiudevano qualcosa di molto più grande: significa aver vinto. L’uomo sta cercando di iniziare a riprendere in mano la propria vita e torna sui suoi passi, sempre controvento”, ha raccontato la cantante.

La Camba Controvento

Quindi ha aggiunto: “L’uomo è un essere resiliente, ma a questo grande male non ci siamo abituati. Ancora devo impormi di non abbracciare o stringere la mano”.

La Camba, tra lavoro e famiglia

Affianco all’amore profondo per la musica, La Camba vive quotidianamente un amore ancora più viscerale: quello per la sua bambina, Nina.

La Camba Controvento

Ancora oggi, di fronte al suo nome non riesce a trattenere l’emozione e le lacrime agli occhi – così speciali e commoventi – sono impossibili da nascondere. “Devo dire che con lei non ho parole nascoste. Non c’è qualcosa che non le ho mai detto e per cui mi sono poi pentita. Ho attenzione per me stessa, mi ascolto molto e tutto ciò che crea “un fuoco” dentro di me, sento di doverglielo dire. È sorprendente l’influenza che ha su di me: è lei che mi sta insegnando il valore della prima volta in tutte le piccole cose. Con lei vivo uno spessore emotivo sempre più grande, migliorando persino la mia scrittura. È tutto merito suo. Ho un lavoro e una famiglia, è più difficile solo dal punto di vista pratico, ma la forza emotiva che ti dà l’amore è una risorsa infinita, ha confidato.

Contents.media
Ultima ora