×

Tu si Que Vales, polemica: la battuta sui cinesi di Dino Paradiso

Forte polemica sul web a causa di una battuta sui cinesi del comico Dino Paradiso a Tu si Que Vales.

Dino Paradiso
Dino Paradiso

Ieri sera, 28 novembre 2020, è andata in onda la finale della settima edizione di Tu si Que Vales. Ci sono stati tanti momenti divertenti e di grandi emozioni, ma non sono mancate le polemiche. Il protagonista è Dino Paradiso, comico che è riuscito ad arrivare in finale conquistando Maria De Filippi, Gerry Scotti, Teo Mammucari, Rudy Zerbi e Sabrina Ferilli.

Polemica a Tu si Que Vales

Dino Paradiso è tornato sul palco di Tu si Que Vales per esibirsi durante la finale, ma purtroppo ha commesso un brutto scivolone, dovuto ad una battuta sui cinesi.

Tra coloro che hanno visto la puntata ci sono molte persone che non hanno trovato questa battuta così grave, visto che si tratta di un comico e di un momento di simpatia. Molti altri, però, hanno scatenato un’accesa polemica sui social network dopo aver ascoltato la battuta del comico. “I bambini tutti impauriti il primo giorno di scuola e la maestra ‘lo sto arrivando!’. Così lei cosa propone? ‘Adesso bambini facciamo un bel disegno’.

I miei amici presero i colori e avevano tutti i Faber Castell, io avevo una scatola di colori cinesi. Me ne accorsi perché erano tutti gialli. C’era il giallo oro, il giallo paglierino, giallo oro, già l’ho detto” è stata la battuta di Dino Paradiso.

Nonostante le risate dei giudici e del pubblico in studio, moltissimi telespettatori hanno puntato il dito contro il comico, accusando la trasmissione di aver dato il permesso per questa battuta considerata “razzista”. Dino Paradiso è un comico lucano che ha partecipato alla settima edizione di Tu si Que Vales, facendo divertire moltissimo i giudici. “Il mio primo spettacolo comico l’ho tenuto in prima media e, contrariamente a quello che diceva la mia professoressa di italiano, e cioè che io dovevo intraprendere un percorso scolastico di genere artistico/teatrale, la mia inclinazione ad animare e allietare il pubblico l’avevo considerata quasi come un hobby” ha dichiarato, descrivendo se stesso. Il suo talento è stato scoperto da Serena Dandini, che lo ha selezionato con altri 19 ragazzi per studiare nella sua scuola di comici a Potenza.

Contents.media
Ultima ora