×

The Social Network: cast e trailer del film

Condividi su Facebook

Recensione di The Social Network, diretto da David Fincher, scritto da Aaron Sorkin e vincitore di 3 premi Oscar

Dieci anni fa uscita nei cinema un film destinato a lasciare il segno, The Social Network.

Il film diretto dal famoso regista David Fincher (Seven) è disponibile in streaming su Netflix.

La sceneggiatura del geniale Aaron Sorkin (Il processo ai Chicago 7) è tratta dal libro Miliardari per caso – L’invenzione di Facebook: una storia di soldi, sesso, genio e tradimento.

Il romanzo, scritto da Ben Mezrich, ripercorre le vicende che hanno portato alla nascita di Facebook e al suo folgorante successo planetario.

The Social Network ai premi Oscar 2011 ottenne 8 candidature riuscendo a portarsi a casa tre meritate statuette: miglior sceneggiatura non originale, miglior montaggio e miglior colonna sonora.

Il cast

Il cast principale vede protagonista Jesse Eisenberg (Café Society) nei panni di Mark Zuckerberg, il ruolo dell’amico Eduardo Saverin è affidato a Andrew Garfield (Silence).

Erica Albright, la ragazza che spezza il cuore di Mark, è interpretata da Rooney Mara (Her).

Un ottimo e inaspettato Justin Timberlake (In Time) è l’affarista vanitoso Sean Parker.

Armie Hammer (Chiamami con il tuo nome) si occupa di dare voce e corpo a entrambi i gemelli Winklevoss, Cameron e Tyler.

La trama del film

Boston. Mark Zuckerberg, studente introverso di Harvard, dopo essere stato lasciato dalla sua ragazza, nell’arco di una notte alticcia crea un sito dove vengono messe a confronto le studentesse dei vari dormitori.

Il sito manda in tilt i server dell’università. L’episodio viene riportato sul giornale universitario e così Mark viene notato da tre studenti dell’ultimo anno: i gemelli Winklevoss e il loro socio Narendra.

Questi sono alla ricerca di un programmatore per un progetto di loro invenzione, “HarvardConnection”, che consenta di connettere online gli studenti di Harvard.

Poco dopo Mark parla della faccenda all’amico Eduardo Saverin, chiedendogli mille dollari per finanziare il progetto di “The Facebook”, un sito volto a connettere gli studenti di Harvard.

Eduardo, trovandola una grande idea, accetta. Mark si dedica alla programmazione del sito mentre propina scuse casuali e risposte vaghe alle richieste d’incontro dei Winklevoss…

La recensione

Recentemente Quentin Tarantino ha definito The Social Network come il miglior film degli ultimi dieci anni.

A molti critici e benpensanti potrà sembrare azzardata come affermazione, eppure, non si può dire che il celebre autore di Pulp Fiction abbia tutti i torti.

Diciamo che, facendo una riflessione approfondita in materia, credo di poter cogliere i motivi che hanno portato Tarantino a questa risonante opinione.

The Social Network nel suo essere è un film completo, organico, dove ogni elemento funziona e si incastra perfettamente con gli altri.

E questo, purtroppo, si può dire di pochissimi film prodotti nel decennio appena trascorso.

Si, c’è di più. Il film di Fincher non solo comunica, con un linguaggio più che contemporaneo (in tutti i sensi).

Non solo parla della solitudine, il tema principale di questo secolo.

Non solo lo fa attraverso il racconto dell’invenzione di un social network, e dunque mettendo in scena il più grande paradosso della nostra società.

Ma, nel corso del suo svolgimento, arriva a toccare anche altri temi, mondi, possibilità.

In pratica, fa una fotografia estremamente puntuale e nitida (in 4k), dei tempi che stiamo vivendo e che vivremo.

The Social Network è una visione sbalorditiva sull’oggi e sul domani.

E rivedendolo adesso fa ancora più effetto.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media