×

Luca Abete alle aspiranti di Miss Mondo: “Prima di essere persone belle è importante essere belle persone”

"Chi si mette in gioco è testimonianza di coraggio. Nessuno esce sconfitto veramente se vive l'esperienza con passione", dice Luca Abete.

Luca Abete Miss Mondo
Luca Abete Miss Mondo

Le aspiranti Miss Mondo alla scoperta della serendipità grazie all’intervento di Luca Abete. Il famoso inviato di Striscia la Notizia si è rivolto alle 120 finaliste del concorso Miss Mondo Italia in corso di svolgimento a Gallipoli.

Miss Mondo, l’intervento di Luca Abete

Nessuna fascia da conquistare o passerella da calcare per l’inviato di Striscia la Notizia, ma un ruolo di motivatore che dal 2017 lo vede coach chiamato a illustrare alle concorrenti il valore dell’esperienza indipendentemente dal successo finale.

Il format è quello della campagna sociale #NonCiFermaNessuno che dal 2014 Abete porta in tour nelle università italiane per discutere di successo, coraggio, passioni ma anche sconfitte, paure e incidenti di percorso in grado di trasformarsi in opportunità, un progetto che gode del patrocinio del Ministero per le Politiche Giovanili e della CRUI – Conferenza dei Rettori Italiani e che ha ricevuto nel 2018 la Medaglia del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

La scelta dell’organizzazione di evidenziare non solo gli aspetti estetici ma anche quelli motivazionali e psicologici delle partecipanti, ha fatto ricadere sull’ideatore del format #NonCiFermaNessuno la figura ideale per alimentare speranze e stimolare le aspiranti Miss a credere in sé stesse e a non fermarsi di fronte al primo ostacolo.

Una liaison che nell’edizione 2022 del concorso diretto da Antonio Marzano si rafforza portando le concorrenti alla scoperta della Serendipità, il claim che accompagna il tour #NonCiFermaNessuno nel corso di questa stagione.

La fase finale di Miss Mondo Italia ha offerto l’opportunità di incrementare ancora l’iniziativa solidale promossa in collaborazione con il Banco Alimentare e l’impegno del food donor Lidl Italia: rispondendo alla call to action “Clicca un tasto, dona un pasto” (attraverso la sezione dedicata del sito di NonCiFermaNessuno), anche le aspiranti miss hanno contribuito a far correre il contatore, che ha superato la quota di 26.500 pasti donati.

Le parole di Luca Abete e del direttore

Intervenuto al concorso, Luca Abete ha dichiarato: “Serendipità è soprattutto un modo di porsi davanti agli imprevisti, che spesso temiamo ma che invece potrebbero essere la vera fortuna che abbiamo a portata di mano. Anche un concorso di bellezza prepara la strada per il futuro, che non significa necessariamente avviarsi in quel mondo di lustrini e paillettes che si può immaginare, ma può condurre a un futuro roseo in ogni campo, dalla politica all’economia fino all’industria. Lo testimoniano tante storie di successo che sono passate per partecipazione ad un concorso di bellezza”.

Un ruolo non marginale quello di Abete, visto che su 120 semifinaliste, 119 dovranno convivere con la delusione di essere state ad un passo dal titolo senza ottenerlo.Chi si mette in gioco è di per sé una testimonianza di coraggio. Nessuno esce sconfitto veramente se vive questa esperienza con passione e intensità. Ho detto alle ragazze che non bisogna mai dimenticare che prima di essere persone belle è importante essere belle persone. Solo chi si impegna in questo senso potrà dire di essere uscito comunque vincitore”, ha sottolineato.

Dal 2019, la giuria attribuisce la fascia di Miss NonCiFermaNessuno alla ragazza che, attraverso la sua testimonianza e la sua esperienza risulta ambasciatrice di resilienza, incarna i valori della campagna sociale. Un riconoscimento al quale le partecipanti non nascondono di ambire e che è uno dei fiori all’occhiello della kermesse del patron Antonio Marzano.

Il direttore Marzano ha aggiunto: “Con Luca parliamo alle ragazze di valori, opportunità, sogni, passioni ma anche di delusioni che possono aiutare a crescere. C’è un messaggio fortissimo dietro il format motivazionale che condividiamo: non fermarsi di fronte a una difficoltà e ricordarsi che ciascuno è l’artefice del proprio futuro.

Contents.media
Ultima ora