×

Lucio Presta, chi è il “manager dei vip” indagato per finanziamento illecito con Matteo Renzi

Lucio Presta è stato indagato insieme al politico Matteo Renzi per finanziamento illecito. Scopriamo qualcosa di più sul noto manager dei vip

Notizie sul manager Lucio Presta

Lucio Presta, noto manager dei vip, è stato indagato insieme al leader di Italia Viva Matteo Renzi per finanziamento illecito. Scopriamo meglio chi è Lucio presta, la sua carriera da manager e l’accusa a suo nome.

Lucio Presta: chi é?

Lucio Presta è nato a Cosenza, in Calabria, il 14 febbraio del 1960.

A quanto riportato dallo stesso manager, egli non ha mai conosciuto sua madre, essendo morta durante il parto, dandolo alla luce.

Prima di fare il manager dei vip, Lucio Presta è stato per molti anni un ballerino, per poi mettere da parte questa carriera e dedicarsi solo al gestire gli interessi degli artisti.

Ha alcune grandi passioni, tra cui i cani, la bicicletta e il mare, dove spesso naviga a bordo della nave di suo proprietà.

Lucio Presta: la vita privata

Lucio Presta è stato sposato con Emanuela, con cui ha avuto due figli, Beatrice e Niccolò. La donna è però morta prematuramente a causa di una malattia.

Dal 2011 è il compagno, e poi marito, della conduttrice televisiva Paola Perego, conosciuta dietro le quinte di un programma del piccolo schermo.

Presta ha però ammesso di essersi innamorato della Perego ben prima di incontrarla di persona, quando la ammirava ancora dalla televisione.

Lucio Presta: la carriera

Come già detto, prima di intraprendere la carriera da manager Lucio Presta è stato un ballerino. Egli infatti ha fatto parte del corpo di ballo di Fantastico per cinque edizioni.

Dopo l’incontro con Mario Maffucci, un importante dipendente Rai, Presta ha deciso si abbandonare la danza per creare la sua agenzia di spettacolo, chiamata Arcobaleno Tre. A questa agenzia collaborano anche i due figli e la moglie dell’agente.

Tra i suoi clienti compaiono, tra gli altri, Paolo Bonolis, Gianni Morandi, Amadeus e Simona Ventura.

Lucio Presta: l’accusa di finanziamento illecito

L’accusa per finanziamento illecito risale a quando Lucio Presta ha prodotto il documentario “Firenze secondo me”, condotto da Matteo Renzi nel 2018 e trasmesso da La 7. I soldi forniti dall’agenzia di Presta sembrano però essere finiti in un fondo controllato per riciclaggio.

Le indagini relativi a questi bonifici sono ancora in corso, ed è indagato anche Matteo Renzi, poiché gli investigatori credono che anche il leader politico fosse a conoscenza di questo scambio di soldi.

Lucio Presta è poi anche sotto indagine per dei reati tributari, sempre legati a un bonifico fatto dall’agente dei vip e di cui ha beneficiato il leader di Italia Viva.

Renzi ha già fatto sapere che i suoi conti sono in ordine, ed è sicuro che i PM non riscontreranno nessun illecito operato dal politico.

Contents.media
Ultima ora