Marco Morelli MPS: 'Si va avanti col piano tracciato'
Marco Morelli MPS: ‘Si va avanti col piano tracciato’
Economia

Marco Morelli MPS: ‘Si va avanti col piano tracciato’

marco morelli mps

Marco Morelli, ad di MPS ha affermato, al congresso della Fabi, che non ci sono novità sul taglio del personale e agli sportelli della banca.

Marco Morelli MPS ha rilasciato delle importanti dichiarazioni al congresso della Fabi. L’amministratore delegato dei Monti dei Paschi ha affermato che non ci sono novità sui tagli del personale, né agli sportelli della banca. Quindi, si continua con l’obiettivo di completare il piano tracciato. Marco Morelli ha affermato che il cambio del Ministro dell’economia non porta modifiche al piano. Il risultato delle elezioni 2018, ed il cambio del Ministro dell’economia non lo influenzeranno.

Marco Morelli MPS

Marco Morelli MPS, presente al congresso della Fabi, ha rilasciato dichiarazioni importanti, dinanzi ad una grossa platea di sindacalisti. L’amministratore delegato ha rassicurato tutti affermando che non c’è nessuna novità per quanto riguarda i tagli al personale. E nemmeno agli sportelli della banca. Perciò, si va avanti con quello che è piano tracciato.

Marco Morelli MPS ha affermato che si sta lavorando per fare in modo che la ripresa commerciale sia tale da poter raggiungere gli obiettivi del piano, prescindendo da quelle che sono state le condizioni poste in termini di chiusura di filiali e riduzione dei dipendenti.

In seguito al risultato delle elezioni 2018, come era ampiamente prevedibile, è stato chiesto a Marco Morelli MPS se il verdetto delle urne potrebbe in qualche modo influire sul futuro di Montepaschi di Siena. Ma l’amministratore delegato ha affermato che il cambio del ministro dell’Economia non modifica il piano tracciato.

marco morelli mps

Nuovo Ministro

Comunque, Marco Morelli MPS ha anche dichiarato che “è chiaro che poi ci sarà un nuovo interlocutore con il quale dialogheremo”. L’amministratore delegato ha in ogni caso sottolineato che “il Monte si è rimesso a camminare ma ci vorrà tempo, sarà un percorso molto lento”. Poi ha continuato: “Chi fa il mio mestiere oggi non si può preoccupare di chi va al Governo, di chi vince le elezioni e di chi viene eletto a Siena. In un anno e tre mesi a Siena non ho mai ricevuto una chiamata dalla politica”. Nelle scorse settimane si era vociferato anche di ipotetiche aggregazioni per Monte dei Paschi di Siena.

Tuttavia, Marco Morelli MPS ha garantito che non esiste alcun dossier in merito.

La questione non è inerente al management della banca, ma agli azionisti. Questo nella misura in cui questo tipo di operazioni possano creare valore sotto tutti i punti di vista per i ricavi e la valorizzazione dei dipendenti. Inoltre, l’amministratore delegato ha anche sottolineato che il mandato di un amministratore delegato è a disposizione degli azionisti in qualsiasi momento.

Azionisti

Per quanto riguarda gli azionisti, all’indomani delle elezioni 2018 bisognerà comunque ragionare su come sarà l’impatto della sostituzione della guardia al Tesoro su Siena. Nella città toscana, lo Stato è presente oltre il 68% del capitale. A chi gli ricorda le dichiarazioni non molto concilianti verso Siena degli esponenti dei partiti usciti vincitori dalle elezioni, Marco Morelli MPS risponde: “Il fatto che Mps sia stato salvato con i soldi degli italiani è il motivo per il quale lavoriamo notte e giorno per cercare di portare avanti un piano non semplice per controlli e paletti da rispettare con scadenze temporali”.
Marco Morelli ha poi anche affermato che non si preoccupa affatto dei risultati delle elezioni 2018.

Questo anche in quanto, da quando l’attuale amministratore delegato è presente a Siena, nessuno della politica lo ha mai chiamato.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche