×

Modena, bimbo di 4 anni cade dalla finestra dell’asilo: ricoverato d’urgenza

Modena, bimbo di 4 anni cade dalla finestra dell’asilo: ricoverato d’urgenza dopo che si era sporto e la maestra non era riuscita ad afferrarlo

Un'ambulanza in azione

A Modena un bimbo di 4 anni cade dalla finestra dell’asilo e si provoca ferite molto serie: è stato ricoverato d’urgenza mentre in queste ore giunge la notizia dell’atto dovuto con cui la Procura competente avrebbe indagato l’insegnante di sostegno in servizio al momento dell’incidente.

Il dramma si è consumato nella mattinata dell’11 giugno. Secondo una ricostruzione accertata dei fatti il piccolo si sarebbe sporto da una finestra al primo piano dell’edificio scolastico e sarebbe caduto giù, purtroppo senza che l’insegnante sia riuscita a fermarlo. E i precedenti nelle cronache nazionali purtroppo non mancano.

Modena, bimbo di 4 anni cade dalla finestra dell’asilo: è in prognosi riservata

Il ricovero a razzo al Policlinico di Modena aveva evidenziato la necessità di tenere il paziente in prognosi riservata dopo quel brutto volo di circa tre metri.

Il bambino non sarebbe in pericolo di vita. Era nella stanza per le attività motorie assieme alla sua insegnate di sostegno che ora è iscritta a registro dalla magistratura per lesioni colpose ma si tratta di un atto dovuto e soprattutto di garanzia per la donna, che aveva aperto la finestra in ottemperanza alla normativa anti Covid sul ricambio dell’aria. 

Modena, bimbo di 4 anni cade dalla finestra: la testimonianza di chi c’era

E una collega della donna ha spiegato che “tutto è accaduto in pochi istanti”. Ad ogni modo le forze dell’ordine sono al lavoro per verificare le condizioni di partenza del fatto e della procedibilità penale in merito allo stesso. Subito dopo l’incidente sono stati avvisati i genitori del bambino. E il sindaco di Modena Giancarlo Muzzarelli ha detto: “Siamo vicini alla famiglia.  Speriamo che tutto si superi il più in fretta possibile”. 

Modena, bimbo cade dalla finestra dell’asilo: il messaggio del sindaco

E ancora: “Ho sentito i medici che mi hanno informato sulle condizioni di salute del bambino che fortunatamente non sono preoccupanti”. I colleghi dell’insegnate indagata hanno tranquillizzato i piccoli compagni di scuola del bambino, visibilmente scossi da un fatto di cui non sono stati testimoni diretti ma di cui avevano avvertito la gravità con le urla e la concitazione nei minuti successivi. A partire dal domani, 14 giugno, gli operanti delegati dalla procura effettueranno un ulteriore rilievo ed altre verbalizzazioni sull’accaduto.

Contents.media
Ultima ora