×

Nick Carter dei Backstreet Boys accusato di stupro da Melissa Schuman delle Dream

Nick Carter, anche per lui accuse di violenza sessuale. Contro il componente dei Backstreet Boys parla Melissa Schuman delle Dream, violentata quando aveva 18 anni

Nick Carter

Nick Carter, piovono accuse di violenza sessuale anche per l’ex Backstreet Boys. A parlare contro il cantante attraverso l’hashtag #MeToo ( Anche io ) e la cantante della band femminile Melissa Schuman. La 33enne ha raccontato la violenza avvenuta nella villa del cantante nel 2002, quando il cantante l’ha obbligata prima ad un rapporto orale e l’ha poi stuprata. Il caso Weinstein si sposta da Hollywood al mondo della musica e Melissa racconta tutto nel suo blog.

Nick Carter, le accuse

Nick Carter

E’ la cantante Melissa Schumann l’ultima voce a rompere il silenzio delle violenze subite in gioventù. L’ultima voce ad intervenire si rivolge contro il Backstreet Boys Nick Carter. Melissa ha deciso dopo 15 anni di rivelare gli abusi e lo fa attraverso un blog Melissa Explains It All, con un lunghissimo post intitolato “ Don’t worry, I won’t tell anybody ” ( Non preoccuparti, non lo dirò a nessuno ). Il racconto, estremamente dettagliato e scioccante è servito alla cantante per condividere con le fan e le donne un fardello che non era più disposta a sopportare.

Non lo dirò a nessuno

La violenza si consuma nella villa si Santa Monica del cantante. Melissa e Nick Carter si conoscono per via di un film, nel 2002. Nick la invita a casa per una serata tranquilla tra amici e video game.

Inizialmente tutto procede bene, finché Nick chiede a Melissa se vuole ascoltare alcuni pezzi che sta registrando. L’allora 18enne accetta e lo segue nel suo studio. I due cominciano a baciarsi, ma melissa ha messo subito in chiaro che lei è vergine e lo vuole restare fino al matrimonio. Qui scatta la violenza: dai baci, Nick Carter trascina Melissa in bagno e si consuma la violenza. Il cantante dei Backstreet Boys pratica a Melissa del sesso orale obbligandola a fare altrettanto e nonostante lei gli ribadisca che non vuole andare oltre, lui si prende la sua verginità con la forza. Per Melissa, scrive, è un incubo che spera svanisca con il risveglio.

Nick Carter

Dopo la violenza

Come ha ribadito anche nel suo racconto, Melissa non ha potuto reagire: si trovava chiusa in una stanza, con una persona più forte di lei. L’unica cosa che ha potuto fare la cantante è stato cercare di dimenticare, tacendo e non parlandone nemmeno con la famiglia. Melissa va avanti, finché un giorno non finisce sotto contratto con lo stesso produttore del suo violentatore, Kenneth Crear. La cantante rivedrà anche di persona il suo violentare ed è qui che decide di denunciare Nick Carter dopo anni.

Parla Melissa

Il produttore le sconsiglia di procedere per vie legali, perché Carter è un personaggio importante. Quando ci si mette contro a personaggi di un certo calibro, il rischio è di danneggiare inesorabilmente la propria carriera. Questa volta però Melissa decide di parlare e lo fa senza filtri. Nella lunga denuncia, Melissa rivela nel finale il nome di colui chi l’ha abusata. E’ grande lo shock tra i fan dei Backstreet Boys e si attende la replica del cantante. Sostegno e affetto invece, per la cantante che dopo 15 anni ha messo fine al silenzio sull’ennesima violenza.

Nick Carter

Scrivi un commento

300
Caricamento...

Leggi anche