×

Niger, incendio distrugge una scuola: almeno 26 bambini morti

In Niger, un incendio ha distrutto una scuola a Maradi: in questa circostanza, hanno perso la vita almeno 26 bambini che si trovavano nella struttura.

incendio

In Niger, un furioso incendio è divampato all’interno di una scuola: la struttura, costruita in paglia e in legno e situata a Maradi, ha preso fuoco rapidamente. Il rogo ha provocato la morte di almeno 26 bambini mentre altri 13 risultano essere feriti.

Niger, incendio distrugge una scuola: almeno 26 bambini morti

Nella giornata di lunedì 8 novembre, un vasto incendio è esploso in una scuola costruita in paglia e in legno a Maradi, località situata nella parte meridionale del Niger. Le fiamme che hanno devastato la struttura scolastica ha causato la morte di almeno 26 bambini mentre altri 13 hanno riportato ferite.

La notizia relativa all’incendio è stata diffusa da un sindacato degli insegnanti ed è stata accompagnata da numerose testimonianze fornite da coloro che hanno assistito all’evento.

A questo proposito, il segretario generale del sindacato degli insegnanti del Niger, Issoufou Arzika, ha dichiarato all’AFP: “È un incendio che ha decimato una scuola ma non abbiamo ancora un bilancio definitivo delle vittime”.

Niger, incendio distrugge una scuola: il sindaco di Maradi

In merito alla drammatica vicenda, si è espresso anche il governatore locale che ha rilasciato alcune dichiarazioni all’AFP. In particolare, il sindaco della città di Maradi, Chaibou Aboubacar, ha precisato che i bambini rimasti coinvolti nell’incendio avevano un’età compresa tra i 5 e i 6 anni e ha riferito: “In questo momento, abbiamo 26 morti e 13 feriti, quattro dei quali gravi”.

In Niger, un episodio analogo a quello registrato nella giornata di lunedì 8 novembre si era verificato anche alla metà di aprile, coinvolgendo il quartiere di Niamey, ed era costato la vita a circa una ventina di bambini.

Niger, incendio distrugge una scuola: il sindacato e il presidente Bazoum

Il Niger, uno dei paesi più poveri del mondo, ha cercato di rimediare alla carenza di edifici scolastici costruendo migliaia di capanne di paglia e legno che fungono da aule, con i bambini a volte seduti per terra.

Gli incendi nelle aule realizzate usando materiali altamente infiammabili sono comuni ma raramente causano vittime.

Per quanto riguarda l’incendio a Maradi, il segretario generale del sindacato degli insegnanti del Niger, Issoufou Arzika, ha riferito che l’incendio ha “decimato” la scuola di Maradi.

Arzika, inoltre, ha aggiunto che il suo sindacato aveva avvertito più volte i funzionari del pericolo delle aule di paglia e legno dopo l’incendio di Niamey.

“È meglio tenere le lezioni sotto gli alberi che in capanne di paglia, che sono diventate tombe infiammabili per gli alunni“, ha osservato il segretario genera.

Intanto, il presidente Mohamed Bazoum ha recentemente manifestato la volontà di sostituire le strutture di legno.

Contents.media
Ultima ora