×

Operaio licenziato da ArcelorMittal dopo un post sulla fiction “Svegliati amore mio”

L'operaio Riccardo Cristallo è stato licenziato da ArcelorMittal dopo aver scritto un post sulla fiction "Svegliati amore mio".

Operaio licenziato Arcelormittal

L’operaio licenziato da ArcelorMittal per aver condiviso un post su Facebook relativo alla fiction Svegliati Amore Mio ha raccontato la vicenda che lo ha portato a perdere il lavoro dopo 21 anni. Il collega, anch’egli raggiunto da un provvedimento di sospensione per lo stesso motivo, ha chiesto scusa e potrà continuare a lavorare nell’azienda.

Operaio licenziato da ArcelorMittal

Riccardo Cristallo, 45 anni e due figli, ha spiegato a LaPresse che la sua unica colpa è stata quella di aver fatto un copia e incolla di un post sulla pagina Facebook che ha con la moglie. Si trattava di un testo scritto da altri che invitava a vedere la fiction in onda su Canale 5 che aveva come oggetto l’inquinamento ambientale causato dalle fabbriche e le conseguenze delle polveri emesse sulla salute dei bambini. 

Nessun riferimento né a Taranto né ad ArcelorMittal ma solo una riflessione generale, che però l’azienda ha ritenuto essere lesiva della sua immagine in quanto contenente “affermazioni di carattere lesivo e minaccioso“.

Il 31 marzo ha quindi ricevuto la comunicazione di avvio del procedimento disciplinare con sospensione e inibizione all’ingresso nello stabilimento con invito a presentare entro 5 giorni una risposta, cosa che ha fatto. Il suo avvocato ha infatti mandato una Pec a cui ha fatto seguito una raccomandata e si accinge ad impugnare il licenziamento

L’altro operaio contestato da ArcelorMittal per aver condiviso il medesimo post ha chiesto pubblicamente scusa riuscendo così a preservare il suo posto di lavoro: “Intendo prendere le distanze da una mia precedente pubblicazione in bacheca.

Tale post non aveva, nelle mie intenzioni, finalità denigratorie ed offensive verso nessuno“.

Sindacato Usb annuncia sciopero

Intanto il sindacato Usb di Taranto ha annunciato uno sciopero a oltranza cha partire dalle 07:00 di mercoledì 14 aprile contro quello che ritiene un “gravissimo attacco alla democrazia e in particolare alla libertà di espressione e opinione“. 


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora