×

Rocco Casalino, il fidanzato Josè è stato segnalato all’antiriciclaggio

Alcune operazioni effettuate dal compagno di Rocco Casalino hanno spinto i risk manager a seganarlo all'anticiriclaggio.

Fidanzato Rocco Casalino antiriciclaggio

Secondo quanto riportato dal quotidiano La Verità, il fidanzato di Rocco Casalino José Carlos Alvarez Aguila sarebbe stato segnalato all’ufficio antiriciclaggio della Banca d’Italia. Gli autori della segnalazione sarebbero i cosiddetti risk manager di un gruppo bancario con filiale a Roma, in Largo di Torre Argentina, dove il giovane ha un proprio conto.

Fidanzato di Rocco Casalino segnalato all’antiriciclaggio

Tutto sarebbe iniziato da un esame della carta prepagata di Aguila tramite cui il ragazzo aveva spostato 150 mila euro. Denaro proveniente da un’indennità di disoccupazione NASPI, da alcuni bonifici senza causale inviati dallo stesso Casalino, e da un bonifico ” proveniente da un conto tedesco della Plus500, società finanziaria internazionale che fornisce servizi di trading online” e tramite cui è possibile vendere e comprare azioni in borsa.

Essendo però fidanzato con un uomo vicinissimo al Premier -Casalino ne é portavoce-, e quindi a conoscenza delle decisioni governative prima della loro comunicazione, l’antiriciclaggio ha preferito approfondire la questione. Si teme infatti che, essendoci diversi scambi di bonifici con causali generiche unitamente a operazioni di trading probabilmente eseguite da soggetto terzo, possa sussistere un conflitto di interessi.

Inoltre talvolta scommetteva in borsa anche 2 mila euro al giorno, un po’ azzardato per chi percepisce soltanto uno stipendio da cameriere.

Casalino lo difende

Il portavoce di Giuseppe Conte ha immediatamente preso le difese del compagno, spiegando che durante il periodo di lockdown è stato vittima del trading online. Secondo quanto affermato, il call center di una società ricollegabile al sito lo chiamava più volte al giorno fornendogli suggerimenti su dove e come investire, con la prospettiva di un guadagno facile e sicuro.

La situazione è degenerata fino a sconfinare in un meccanismo simile a quello del gioco d’azzardo e della ludopatia“, ha aggiunto. Condizione che a suo dire il continuo passaggio in modo compulsivo di soldi dal suo conto alla carta prepagata con cui faceva transazioni sul sito. In soli due mesi secondo Casalino sarebbe arrivato a perdere 18 mila euro di risparmi. Ha inoltre specificato che i trasferimenti di denaro dal suo conto a quello di Josè non hanno nulla a che vedere con il trading. Si tratterebbe di piccole somme riconducibili al contributo alle spese di gestione della casa o cifre che poi girava alla madre che vive a Cuba.

Contents.media
Ultima ora