×

Giani, la rabbia per la Toscana zona rossa: “Sono sorpreso”

Condividi su Facebook

Toscana zona rossa, il presidente Giani parla di sorpresa e amarezza per la decisione.

Giani Toscana zona Rossa

La Toscana è entrata a far parte del novero delle Regioni zona rossa, ovvero di quei territori considerati a rischio alto per l’emergenza coronavirus. L’ordinanza firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza, è stata criticata dal presidente toscano, Eugenio Giani, che in una diretta sulla sua pagina Facebook ha parlato di sorpresa e profonda amarezza.

Solo pochi fa, infatti, il territorio da lui amministrato era passato dall’essere giallo ad arancione, ma evidentemente per il governo centrale la misura è stata considerata ulteriormente degna di modifiche.

Giani e la Toscana in zona rossa

“Provo sorpresa e amarezza – ha detto Giani – perché i dati su cui è ondata sono quelli della settimana 1-8 Novembre. Oggi 13 novembre e negli ultimi giorni ho visto in Toscana un cauto ma oggettivo sollievo perché la curva pandemica tende a rallentare e stabilizzarsi. Ritenevo quindi che potesse mantenersi il livello arancione senza accedere alla zona rossa.

“Ho rappresentato tutte le mie perplessità e dubbi alle autorità ministeriali, considerato il duro lavoro svolto dal sistema sanitario regionale e i sacrifici chiesti a tutti i toscani”, ha aggiunto il governatore toscano. Al commento critico, Giani fa comunque prevalere il suo ruolo di rappresentante delle Istituzioni ed accetta per questo quanto deciso dal governo centrale: “Sono uomo delle istituzioni, mi impegnerò per attuare quanto deciso nel modo meno sofferto possibile per i cittadini”.

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Riccardo Castrichini

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.

Leggi anche

Contents.media