> > Punta il fucile contro i passanti e sperona 15 auto, paura a Verbania

Punta il fucile contro i passanti e sperona 15 auto, paura a Verbania

fucile contro i passanti

Verbania, pluripregiudicato e aspirante nazifascista punta il fucile contro i passanti e sperona 15 auto

Momenti di paura in Piemonte dove un uomo armato di fucile e pugnali ha puntato l’arma da fuoco carica contro i passanti per poi darsi ad una fuga spericolata per le strade tra Novarese e Verbania dove ha speronato quindici vetture e causato diversi feriti. L’uomo è stato inseguito e fermato dai Carabinieri ai quali ha puntato contro l’arma.

Il fatto si è svolto tra il pomeriggio e la sera di sabato 8 ottobre sulla statale 33 del Sempione, lungo le coste del lago Maggiore. L’uomo è stato identificato dopo l’arresto come un 31enne di origine svizzera, pluripregiudicato e simpatizzante nazifascita. L’uomo è risultato anche positivo a sostanze stupefacenti.

Punta il fucile contro i passanti: cos’è successo?

L’assurdo avvenimento è iniziato ad un distributore di benzina dove l’uomo ha iniziato a puntare il fucile contro i passanti che hanno chiamato nel panico i numeri d’emergenza delle forze dell’ordine che si sono precipitate al suo inseguimento. 

L’uomo ha iniziato la sua fuga percorrendo le strade tra Novarese e Verbano dove ha speronato diverse auto e causato diversi incidenti.

Si è poi fermato e ha minacciato con l’arma anche i carabinieri che lo inseguivano ma non è riuscito a sparare. 

Dopo l’arresto, i carabinieri hanno sequestrato il fucile Schmidt Rubin K31, arma da guerra delle truppe elvetiche del secondo dopoguerra che l’uomo ha puntato contro i passanti. Nella vettura del 31enne, risultata rubata, i carabinieri hanno trovato anche 45 proiettili, una baionetta, varie armi da taglio, cimeli nazifascisti e tre targhe automobilistiche false.

L’uomo è stato condotto nel carcere di Verbania con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale, porto illegale di arma da guerra, minaccia aggravata e lesioni personali

LEGGI ANCHE: