×

Regno Unito, bimbo di un mese trovato morto con 71 fratture e ferite al corpo e alla testa

Gravissime le accuse per una coppia che avrebbe maltrattato e picchiato un bambino nel Regno Unito: i dettagli.

Bimbo massacrato nel Regno Unito

Il piccolo bimbo Sean Clark aveva poco più di un mese di vita quando è stato trovato senza vita all’interno dell’abitazione di famiglia. La notizia è stata diffusa dai maggiori organi d’informazione britannici. La tragedia è avvenuta a Bristol (Regno Unito). 

Bimbo massacrato nel Regno Unito, la scoperta 

Sul corpo del piccolo sarebbero stati scoperti segni di maltrattamenti, da qui le gravissime accuse per i genitori di Sean. Madre e padre sono accusati di averlo ucciso e picchiato in diverse circostanze.  

Bimbo massacrato nel Regno Unito, la vicenda 

La vicenda è datata gennaio 2018, ma adesso emergerebbero delle novità importanti sul caso. La Bristol Crown Court ha analizzato in lungo e in largo la vicenda durante la fase processuale.

Il piccolo ha subito circa una settantina di fratture al costato. Durante l’autopsia sono state scoperte, come si evince dall’autopsia, delle ferite alla testa

Bimbo massacrato nel Regno Unito, le accuse 

Il principale indiziato sarebbe James Clark, padre del piccolo, è stato infatti accusato di averlo picchiato in diverse circostanze davanti alla compagna 27enne. La madre, invece, non avrebbe fatto nulla per evitare il pestaggio e per soccorrere il bimbo.

Secondo l’accusa, la donna, a distanza di giorni dall’ennesima aggressione, avrebbe cercato su Google “cosa fare quando un bambino perde sangue dalla bocca“. Una ricerca alquanto strana che avrebbe fortemente insospettito anche gli inquirenti. I due hanno al momento negato l’accusa di omicidio, così come quella di essersi resi gli artefici di maltrattamenti e percosse mortali per il piccolo Sean. 

Tragedia negli Stati Uniti, dove un bambino di soli sei anni è morto di stenti dopo che per oltre un mese i suoi genitori lo hanno messo in punizione chiudendolo in un armadio anche per 16 ore al giorno.

Secondo l’autopsia sul corpo, il piccolo Deshaun Martinez è deceduto a causa dei ripetuti maltrattamenti e della mancanza di cibo che lo aveva ridotto a pesare appena otto chili. Le forze dell’ordine hanno arrestato padre, madre e nonna del bimbo.

La piccola Jeong In è una bambina vittima di due genitori adottivi che l’hanno uccisa di botte. Gli episodi di violenza, ai danni della piccola di 16 mesi, si sono ripetuti nel tempo. La bimba era denutrita e il suo corpo presentava dei gravi lividi. L’episodio è accaduto nella Corea del Sud e ha suscitato grandissime polemiche per la terribile storia.

Contents.media
Ultima ora