×

Coronavirus, per l’Oms la trasmissione tra asintomatici è rara

Coronavirus, la trasmissione tra asintomatici è rara: lo dice l'Oms. Le parole dell'epidemiologa Maria Van Kerkhove.

coronavirus-trasmissione-asintomatici
Coronavirus, trasmissione tra asintomatici è rara secondo l'Oms

Coronavirus, la trasmissione tra asintomatici è molto rara. A riferirlo è l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), durante un briefing con i media tenutosi tenutosi a Ginevra. L’epidemiologa Maria Van Kerkhove, responsabile tecnico dell’OMS, evidenzia come: “Dai dati in nostro possesso, sembra ancora raro che una persona asintomatica trasmetta effettivamente a un altro individuo”.

L’OMS, dunque, sottolinea come la trasmissibilità da un soggetto privo di sintomi sia molto difficile. Grazie a un lavoro di ricerca – come spiegato dalla stessa virologa durante il briefing con i media – è emerso come siano pochissimi i dati dei contagi di seconda generazione dovuti agli asintomatici.

Coronavirus, la trasmissione tra asintomatici è rara

“È molto raro, e gran parte di questo fenomeno non è descritto in letteratura – ha rivelato Maria Van Kerkhove -. Siamo costantemente alla ricerca di questi dati e stiamo cercando di ottenere maggiori informazioni dai Paesi per rispondere definitivamente a questa domanda”. Per l’OMS: “Sembra ancora raro che un individuo asintomatico trasmetta effettivamente l’infezione”.


E anche nel recente documento in merito al Coronavirus, dal titolo “Advice on the use of masks in the context of COVID-19”, l’OMS cita alcuni studi in cui sarebbero stati verificati contagi da asintomatici, ma i dati sono poco puliti e coinvolgono un campione molto limitato.

Diverso è il discorso per i ‘pre-sintomatici’, ovvero i contagi nati da persone che ancora non avevano manifestato i sintomi ma che lo hanno fatto in una data successiva. Gli asintomatici, invece, sono coloro che non hanno mai dato segno di sintomatologia tipica del nuovo Coronavirus.

Contents.media
Ultima ora