×

Coronavirus, lo studio: “Con mascherine evitati 78 mila contagi in Italia”

L'utilizzo delle mascherine in Italia ha consentito di evitare 78 mila casi di coronavirus in un mese: è quanto afferma uno studio americano.

coronavirus studio mascherine

Secondo uno studio americano coordinato dal Nobel per la chimica Mario Molina, l’utilizzo delle mascherine avrebbe evitato in Italia più di 78.000 contagi da coronavirus tra il 6 aprile e il 9 maggio. Sono i risultati della ricerca ad aver spinto il governatore della Lombardia Fontana a mantenere l’obbligo di indossare dispositivi di protezione fino al 30 giugno 2020.

Coronavirus: lo studio sull’efficacia delle mascherine

La ricerca, pubblicata sulla rivista dell’accademia americana delle scienze (Pnas), ha confrontato le strategie di contenimento dell’infezione in Italia, a New York e a Wuhan giungendo alla conclusione che l’obbligo della mascherina nei luoghi pubblici è lo strumento più efficace per fermare la diffusione del coronavirus.

Esso infatti si trasmette principalmente per via area e quindi la copertura del canale orale e di quello nasale è stata determinante nel modellare la curva della pandemia nei tre epicentri. Di qui la stima in termini numerici: in Italia ha consentito di evitare oltre 78.000 casi in Italia in un mese e a New York oltre 66.000 in tre settimane.

I ricercatori hanno infatti spiegato che altre misure come il distanziamento sociale implementato non sono in grado da sole di proteggere la popolazione dal contagio.

Di qui la conclusione: “indossare le mascherine in pubblico corrisponde al mezzo più efficace per prevenire la trasmissione interumana“. Dunque questa pratica definita non costosa, in combinazione con il distanziamento sociale simultaneo, la quarantena e il tracciamento dei contatti, rappresenta la via probabilmente più incisiva per fermare la diffusione del virus.

Contents.media
Ultima ora