×

Mini quarantena, in Italia libererebbe 40 mila asintomatici

Condividi su Facebook

L'Italia è molto prudente sulla mini quarantena a 10 giorni, e anche la Oms ritorna sui suoi passi. Via libera in Francia e Slovenia.

Quarantena ridotta, in Italia si resta ancora cauti
Quarantena ridotta, in Italia si resta ancora cauti

Interpellata alcuni giorni fa sulla possibilità di una quarantena ridotta, il Comitato tecnico scientifico non se l’è sentita di fare un passo in avanti ed ha preferito prendere tempo. La mini quarantena, con la riduzione da 14 a 10 giorni dell‘obbligo di isolamento domiciliare libererebbe infatti in Italia ben 40.000 asintomatici ma sono diversi gli ambienti scientifici ufficiali che hanno, seppur timidamente, espresso aperture nell’ottica di una diminuzione dei giorni di quarantena.

Intanto in Europa l’esempio della quarantena ridotta in Francia a 7 giorni è stato seguito dalla Slovenia: mini quarantena in arrivo di 10 giorni.

Mini quarantena, opinioni contrastanti

Le opinioni scientifiche sono contrastanti. In Italia il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha sposato non più di due giorni fa la posizione del Cts riguardo alla quarantena ridotta riferendosi all’Italia come esempio di prudenza e avvertendo del rischio di aumento contagi Covid nel caso di riduzione del numero di giorni dell’isolamento fiduciario, tuttavia anche in ambito internazionale sembra che Oms e Ecdc (Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie) stiano frenando nonostante le timide aperture di giugno.

L’Organizzazione mondiale della Sanità, aveva infatti diffuso un dossier, dal titolo Criteria for releasing Covid-19 patients from isolation, in cui si riteneva fattibile la quarantena ridotta perché il Sars_CoV2 “risulta raramente presente nei campioni respiratori dei pazienti affetti dalla Covid-19 dopo nove giorni dall’esordio dei sintomi, specialmente nei pazienti con malattia lieve, solitamente accompagnati da livelli crescenti di anticorpi neutralizzanti e dalla risoluzione dei sintomi“. Il report Oms veniva inoltre accompaganto da una raccomandazione distintiva: quarantena di 10 giorni per pazienti sintomatici (a partire dalle prime manifestazioni dei sintomi) più 3 giorni di convalescenza post Coronavirus senza sintomi.

Per gli asintomatici, invece, l’Oms indicava la possibilità di quarantena ridotta a 10 giorni a seguito di tampone positivo.

Classe 1980, originario di Diamante (CS), è laureato in Scienze delle Comunicazioni e si occupa di scrittura creativa per il web. Ha collaborato con diverse testate, sia cartacee (‘CalabriaOra’ e ‘Il Meridione’) che online. Scrive per Notizie.it e Actualidad.es.


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Ermanno
19 Settembre 2020 12:05

Personalmente ne ho le tasche pine di questa storia degli asintomatici come se fossero untori come nella peste di Manzoniana memoria.Mi vingono in mente le parole della dottoressa Gismondo virologa di fama internazionale che ad un convegno disse che se faceva il test del citomegalovirus ai presenti in sala probabilmente il 70% sarebbe risultato positivo però nessuno aveva alcun sintomo.


Contatti:
Vincenzo Bruno

Classe 1980, originario di Diamante (CS), è laureato in Scienze delle Comunicazioni e si occupa di scrittura creativa per il web. Ha collaborato con diverse testate, sia cartacee (‘CalabriaOra’ e ‘Il Meridione’) che online. Scrive per Notizie.it e Actualidad.es.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.