×

Covid, mascherine di stoffa: proteggono se lavate tutti i giorni

Condividi su Facebook

Le mascherine di stoffa possono proteggere dal Covid, ma dovrebbero essere lavate in lavatrice ogni giorno.

Mascherine

Molte persone si chiedono quale sia la mascherina giusta da indossare e se quelle di stoffa riescono a proteggere dal Covid. La risposta è stata data da una ricerca della Unsw Sydney, pubblicata su BMJ Open. Le mascherine di stoffa possono proteggere dal virus se vengono lavate quotidianamente in lavatrice a temperature elevate. 

Mascherine di stoffa contro il Covid

Sia le mascherine in tessuto sia quelle chirurgiche devono essere considerate contaminate dopo l’uso. A differenza delle mascherine chirurgiche, che vengono smaltite dopo l’utilizzo, quelle in tessuto vengono riutilizzate. Anche se si può essere tentati di farlo o di lavarle in modo sommario, la ricerca suggerisce che questo aumenta il rischio di contaminazione” ha spiegato Raina MacIntyre, che ha condotto lo studio. “Date le potenziali implicazioni per gli operatori sanitari e in generale per chi utilizza mascherine di stoffa durante la pandemia abbiamo approfondito dati relativi al 2011 sul fatto che gli operatori sanitari le lavassero quotidianamente e come.

É emerso che se venivano lavate nella lavanderia dell’ospedale, erano efficaci quanto una maschera chirurgica” ha aggiunto MacIntyre

Lo studio è stato condotto oltre cinque anni fa, per questo i ricercatori non hanno testato il Coronavirus, ma hanno incluso agenti patogeni respiratori comuni come l’influenza, i rinovirus e i coronavirus stagionali. “Anche se è improbabile che chi indossa una mascherina di stoffa venga a contatto con la stessa quantità di agenti patogeni di un operatore sanitario in un reparto ad alto rischio consigliamo comunque di lavare quotidianamente le mascherine” ha aggiunto la ricercatrice.

Il lavaggio a mano, secondo la ricerca, non sarebbe abbastanza efficace per ottenere una protezione adeguata. Gli operatori che lavavano a mano le mascherine avevano il doppio del rischio di quelli che usavano la lavanderia dell’ospedale. 

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Chiara Nava

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.