×

Covid, l’infettivologo Bassetti: “Approvare in Italia vaccino russo”

Covid-19, l'infettivologo Matteo Bassetti chiede: "Approvare anche in Italia il vaccino russo per fare presto".

Bassetti

Il professor Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive del San Martino di Genova e membro dell’unità di crisi di Covid-19 in Liguria, ha parlato della situazione vaccinale in Italia. Bassetti vorrebbe che il nostro Pese approvasse anche il vaccino russo.

L’esperto teme infatti che Pfizer e Moderna, già approvati, possano non essere sufficienti per coprire il fabbisogno nazionale. Intervistato all’Adnkronos, l’infettivologo ha spiegato: “Visto quello che sta succedendo con i vaccini che abbiamo approvato, Pfizer e Moderna, che al momento non consentono di metterci al riparo con le dosi e l’annuncio di AstraZeneca che consegnerà una quantità minore di dosi, evidentemente avremo dei problemi con la campagna vaccinale.

Credo quindi che si debba pensare a soluzioni alternative, l’Ungheria l’ha già fatto acquistando i vaccini russi. Facciamolo anche noi”.

Bassetti vorrebbe il vaccino russo in Italia

Matteo Bassetti vorrebbe che anche il vaccino russo venisse approvato in Italia. L’infettivologo ha dichiarato: “Apriamo anche a noi a questo vaccino che alla fine è molto simile a quelli di AstraZeneca e J&J perché utilizza come vettore un altro virus (adenovirus). L’efficacia del vaccino russo, stando ai dati, non è scoraggiante.

Ora in emergenza l’obiettivo deve essere vaccinare il maggior numero di persone e per farlo servono dosi”.

Altri vaccini in arrivo nel 2022

Matteo Bassetti ha informato dell’arrivo di altri vaccini nel 2022, precisando che “si potranno usare anche perché non sarà questa una vaccinazione ‘una tantum’, ma andrà ripetuta negli anni” e poi ancora: “Io personalmente sono favorevole al vaccino russo e anche al quello cinese, verifichiamo con le agenzie di controllo europee e italiana la sicurezza, e partiamo anche noi con soluzioni alternative”.

Contents.media
Ultima ora