×

Zé Roberto svela i retroscena dei verdeoro: “Ronaldo animale da festa”

Condividi su Facebook

A tre anni dal suo ritiro dal calcio giocato, Zé Roberto racconta i retroscena della nazionale brasiliana tra feste e divertimento sfrenato.

ze-roberto-brasile

Sono passati tre anni da quando nel 2017 il campione brasiliano Zé Roberto ha dato l’addio al calcio giocato, ma nonostante sia ormai da tempo lontano dal campo pare abbia ancora voglia di raccontare i retroscena di quella che fu una delle più forti nazionali in circolazione.

Nell’intervista rilasciata a TYC Sport l’ex calciatore ha infatti svelato numerosi aneddoti sui componenti della Selecao brasiliana, inclusi quelli su alcuni suoi compagni di squadra particolarmente esuberanti.

Zé Roberto racconta la Selecao

Nel corso dell’intervista, Zé Roberto descrive nel dettaglio le abitudini festaiole della formazione verdeoro, confrontandole con le prestazioni che i singoli giocatori davano poi sul campo da calcio: “Il giocatore più forte con il quale abbia giocato è stato Ronaldo il Fenomeno.

È stato incredibile. E poi era un animale da festa. Una volta è partito per andare a bere ed è arrivato il giorno successivo per allenarsi. […] Quello che ha fatto quasi senza dormire è stato incredibile. Si era bevuto i suoi drink, certo. Ma il giorno dopo si è allenato come un animale. Anche Vampeta era anche un animale da festa, le preparava già nel pre-partita. Ronaldinho aveva addirittura una pista da ballo a casa, una discoteca.

Ma lì preferivo non andare”.

L’ex calciatore ora guru del fitness racconta poi della sua esperienza ai mondiali di calcio del 2006 in Germania, nei quali la nazionale brasiliana si fermò ai quarti di finale perdendo per uno a zero contro la Francia: “Il Brasile della Coppa del Mondo 2006 è la migliore squadra in cui abbia giocato. Io, Ronaldinho, Kakà, Ronaldo, Adriano.

Abbiamo fallito per via della scarsa organizzazione, c’era sempre un sacco di gente e non abbiamo avuto la giusta concentrazione. […] Zidane invece è stato l’avversario più forte: la finale che disputò nella Coppa del Mondo del 1998 è la miglior prestazione che abbia mai visto”.

L’opinione su Cristiano Ronaldo

Sul finale, Zé Roberto si lascia andare a un commento nei confronti di Cristiano Ronaldo, paragonando la sua forma fisica a quella del campione portoghese: “Oggi direi che ho un fisico migliore, perché ho giocato fino all’età di 43 anni ad alto livello.

Se dovesse riuscirci, direi lo stesso di lui”.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.