Sussidio disoccupazione: requisiti e modalità per chiederlo
Sussidio disoccupazione: requisiti e modalità per chiederlo
Economia

Sussidio disoccupazione: requisiti e modalità per chiederlo

moduli

Per richiedere la Naspi 2018, è necessario avere determinati requisiti e seguire una procedura ben precisa.

La Nuova Prestazione di Assicurazione Sociale (Naspi) è il nuovo sussidio di disoccupazione introdotto dal Jobs Act. Può essere erogata se sono rispettati determinati requisiti. La domanda per farne richiesta è da presentare on line, tramite il portale web dell’Inps. In caso di difficoltà, si può chiedere assistenza gratuita al patronato.

Naspi, i requisiti per richiederla

Le istruzioni pubblicate sul sito web dell’Inps specificano che gli aventi diritto a percepire il sussidio di disoccupazione, dopo aver presentato la domanda, sono i lavoratori con rapporto di lavoro subordinato, perso involontariamente. Possono ottenere la Naspi anche: gli apprendisti, i lavoratori della pubblica amministrazione con un contratto a tempo determinato, personale artistico con contratto subordinato a tempo determinato, soci lavoratori di cooperative con rapporto di lavoro subordinato con le medesime cooperative. Inoltre, possono richiedere il sussidio anche le lavoratrici che hanno presentato le dimissioni durante il periodo di maternità (dimissioni per giusta causa). Sono esclusi invece i dipendenti a tempo indeterminato delle pubbliche amministrazioni e gli operai agricoli a tempo determinato o indeterminato.

Requisiti e documenti

Per poter avere accesso alla Naspi, è necessario possedere lo stato di disoccupazione, con il quale il lavoratore dichiara di non avere alcun tipo di occupazione- anche saltuaria, stagionale e occasionale- e di essere pronto ad accettare l’attività lavorativa eventualmente proposta da un centro per l’impiego.

Oltre allo stato di disoccupazione è necessario: avere versato almeno tredici settimane di contribuzione nei quattro anni precedenti l’inizio del periodo di disoccupazione; avere svolto almeno trenta giornate effettive di lavoro nei dodici mesi antecedenti la disoccupazione. Occorre inoltre presentare: un documento d’identità valido e copia dell’ultimo contratto di lavoro. I disoccupati di origine straniera devono fornire il permesso di soggiorno e un indirizzo abitativo.

Naspi, calcolo e limite massimo dell’importo

Il sussidio di disoccupazione non può superare, per il 2018, la cifra di 1.314,30 euro al mese. Per calcolare il giusto importo della Naspi occorre dividere il totale delle retribuzioni imponibili ai fini previdenziali degli ultimi quattro anni per il numero di settimane di contribuzione e moltiplicare il quoziente così ottenuto per il numero 4,33%. L’importo della Naspi è pari al 75% della retribuzione mensile conseguente da tale operazione, se pari o inferiore a 1.195 euro.

Naspi, non oltre due anni

La Nuova Prestazione di Assicurazione Sociale, come ampiamente enunciato, è un sussidio di disoccupazione. Pertanto cessa di essere erogata quando il lavoratore trova una nuova occupazione o riceve una pensione. In ogni caso non si può usufruire della Naspi per un lasso di tempo superiore ai due anni. La durata massima è pari alla metà delle settimane coperte da contribuzione nei quattro anni precedenti la perdita del posto di lavoro.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Dolce&Gabbana Light Blue Swimming In Lipari Pour Homme - Tester
44 €
Compra ora
Huawei P10 Lite 32GB 4GB Ram Black - Nero
209 €
Compra ora
Diadora Cyclette Cleo Rigenerata
89.95 €
189 € -52 %
Compra ora