> > Terremoto Juventus: tremano anche altri due club italiani

Terremoto Juventus: tremano anche altri due club italiani

Juve

Il caos scoppiato intorno alla Juventus dopo le dimissioni di Agnelli e del Cda per l'inchiesta Prisma potrebbe coinvolgere altri club italiani.

La Juventus è stata travolta da un forte terremoto, dopo le dimissioni di Andrea Agnelli e del Cda per via dell’inchiesta Prisma su plusvalenze fittizie e la sospetta “manovra stipendi”.

Un terremoto che potrebbe far tremare anche altri due club italiani.

Terremoto Juventus: tremano anche altri due club italiani

La Juventus è stata travolta da un vero e proprio terremoto. Le dimissioni del presidente Andrea Agnelli e del CdA, dovute agli sviluppi dell’inchiesta Prisma su plusvalenze fittizie a la sospetta “manovra stipendi” ha fatto tremare la terra sotto i piedi a tutto l’ambiente bianconero. Tutti iscritti nel registro degli indagati dalla Procura di Torino con le ipotesi di reato di falso in bilancio e false comunicazioni.

Il Corriere della Sera ha portato alla luce nuovi dettagli di questa vicenda. La Juve potrebbe essere un tramite per portare a galla un sistema di plusvalenze ritenuto come un abuso, che potrebbe aver coinvolto anche altri club italiani. I pm torinesi stanno valutando se inviare il materiale alle procure di altre città italiane per avviare ulteriori accertamenti. Ci sarebbero in ballo due club in particolare, che negli anni hanno fatto affari con il club bianconero.

I due club in questione sarebbero Atalanta e Genoa.

Un sistema che ha coinvolto anche altri club

Erano tutti contenti quando Paratici veniva e portava plusvalenze” è una delle intercettazioni. In questo caso l’allora capo dell’area tecnica sintetizzava con questa battuta il modus operandi del dirigente bianconero. L’invio dei documenti della Procura di Torino ad altre procure in Italia potrebbe interessare Atalanta e Genoa, ma probabilmente anche altri club.

Bergamaschi e liguri hanno sicuramente fatto affari di questo genere con la Juventus. Inoltre, la squadra aveva debiti con queste due società, come ha sottolineato la Gazzetta dello Sport. “Sappiamo bene cosa dobbiamo all’Atalanta” è un’intercettazione di Arrivabene. Alla Procura risulterebbero oltre 70 milioni fuori bilancio. Probabilmente questo è solo l’inizio di una vicenda che farà tremare diversi club.