Thailandia, quinto ragazzo fuori dalla grotta
Thailandia, quinto ragazzo fuori dalla grotta
Esteri

Thailandia, quinto ragazzo fuori dalla grotta

Thailandia, quinto ragazzo salvato
Thailandia, quinto ragazzo salvato

Si tratta del primo salvataggio nel corso della seconda fase delle operazioni di recupero, dopo la pausa di 10 ore.

I soccorritori hanno estratto il primo ragazzo del secondo gruppo dalla grotta di Tham Luang, in Thailandia. Si tratta del quinto salvataggio da quando sono iniziate le operazioni di soccorso, domenica 8 luglio. La notizia è stata divulgata da uno dei soccorritori. Altri testimoni hanno dichiarato di aver visto cinque ambulanze e un elicottero dirigersi verso l’entrata della grotta. Il ragazzo è apparso in superficie intorno alle 16.30 ore locali e, come i suoi compagni salvati nel corso della domenica, verrà portato in ospedale.

Thailandia, quinto salvataggio

Le TV locali hanno trasmesso le immagini di un’ambulanza che si è allontanata dalla grotta e ha raggiunto un elicottero in attesa. L’elicottero si è poi alzato in volo e si è diretto a sud. In quella direzione si trova l’ospedale di Chiang Rai, distante circa 60 chilometri. La stessa procedura è stata seguita anche domenica, durante il salvataggio dei primi quattro ragazzi.

I media thailandesi hanno mostrato un elicottero atterrare vicino all’ospedale nella città di Chiang Rai.

Nella stessa struttura ospedaliera sono ospitati anche i quattro ragazzi già recuperati. I medici hanno estratto una persona dall’elicottero, distesa su una barella, ma hanno tenuto nascosta la sua identità proteggendo la barella dietro una serie di ombrelli bianchi. Anche nel caso dei quattro ragazzi salvati domenica, le autorità locali hanno atteso ore prima di confermare la loro identità. Hanno inoltre lamentato l’eccessiva copertura mediatica delle operazioni di salvataggio. Un drone è stato avvistato mentre sorvola il sito di Tham Luang e i giornalisti sono stati accusati di ascoltare le linee radiofoniche della polizia.

Altri salvataggi

Alcuni corrispondenti locali hanno segnalato che anche altri tre ragazzi potrebbero essere stati estratti dalla grotta, ma non ci sono ancora conferme ufficiali. Si tratterebbe del sesto, settimo e ottavo salvataggio. I media locali hanno trasmesso le immagini di ulteriori ambulanze che, dopo il recupero del quinto ragazzo intorno alle 16.30, hanno lasciato il sito della grotta.

Le parole del governatore

Durante una conferenza stampa, il governatore locale Narongsak Osatanakorn aveva annunciato che intorno alle 11 ore locali sarebbe iniziata una nuova fase di soccorsi. In base alle stime dei Navy Seal e degli altri soccorritori, i ragazzi sarebbero potuti uscire dalla grotta intorno alle 17. La previsione si è rivelata esatta.

Il governatore ha anche affermato che sarebbero stati scelti i “più pronti” tra i ragazzi ad affrontare il difficile recupero. La condizione della grotta è infatti ancora critica e sembra che il livello dell’acqua sia ulteriormente aumentato a causa della pioggia caduta domenica sera. Le autorità non hanno però voluto specificare quanti ragazzi verranno estratti nel corso della giornata.

Era prevista una visita del primo ministro thailandese, Prayut Chan-O-Cha, al sito di Tham Luang, ma il capo del governo ha scelto di recarsi all’ospedale di Chiang Rai per non ostacolare le operazioni di soccorso nella grotta.

I ragazzi salvati

Anupong Paochinda, il ministro dell’Interno thailandese, ha informato i media sulle condizioni dei quattro ragazzi estratti dalla grotta nella giornata di domenica. Ha confermato che i giovani giocatori stanno bene. Il governatore Osatanakorn ha dichiarato che i ragazzi hanno chiesto di poter mangiare del Pad Krapow, un piatto tipico a base di riso, carne e verdura.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Lisa Pendezza
Lisa Pendezza 1751 Articoli
Lisa Pendezza, nata nel 1994 a Milano. Laureata in Lettere con la passione per i viaggi, il benessere e la lettura, spera di riuscire a girare il mondo con una macchina fotografica in una mano e un romanzo nell'altra. Amante dei libri, si limita per ora a leggerne molti, con il sogno nel cassetto di scriverne uno.