×

Ugo Fuoco, chi è il no-vax che esultava per la morte di Sassoli e che ora è ricoverato per Covid

Chi è Ugo Fuoco il no vax negazionista che esultava per la morte di David Sassoli ed ora è in ospedale a causa del covid.

Ugo Fuoco chi è

Ugo Fuoco è un esponente 40enne del movimento no vax che vanta un discreto seguito su Telegram e che in questi mesi si è contraddistinto per una serie di gesti che hanno attirato anche l’attenzione delle forze dell’ordine. Negaziosta, contro il vaccino e il green pass, sulla sua pagina Facebook ha come immagine di copertina un balcone addobato con luci di Natale che formano la scritta: “Buona dittatura”.

Ora Fuoco è ricoverato in ospedale con sintomi a causa del covid. 

LEGGI ANCHE: 

Ugo Fuoco, chi è

L’esponente no vax ha un suo canalae Telegram, Ugo Fuoco – Stop dittatura, che vanta 36mila iscritti, ed è proprio qui e su Facebook che dopo la morte di David Sassoli, Fuoco aveva condiviso il suo pensiero. “Ogni tanto una buonissima notizia – si legge nel suo post – Se ne va mr. “Il green pass non è discriminatorio” Sassoli.

Adesso venitevi a prendere gli altri, grazie”. Prontamente identificato dalla Polizia postale, Fuoco è considerato come uno dei responsabili della furia mediatica in oltraggio alla memoria del presidente del Parlamento europeo.

Chi è Ugo Fuoco

Appartenente al gruppo Libero Comitato di protesta ‘Napoli non si piega’, Fuoco ad ottobre scorso scriveva su Telegram di una finta pandemia, ed il primo gennaio sosteneva che il covid non esistesse. A suo carico anche delle denunce per la mancata osservanza delle norme anti covid.

Stando a quanto riferito da Leggo, la sera di Capodanno Fuoco avrebbe accusato febbre e difficoltà respiratorie con i sintomi che si sarebbero protratti anche nei giorni successivi. “Da 11 giorni sono a letto con febbre altissima e tosse – ha dettto in un video inviato su Telegrama ai suoi iscritti – non riesco a parlare senza tossire. Sono a riposo forzato, mi scoppia la testa e sto attendendo di migliorare un po’ per tornare a fare ciò che faccio regolarmente qui”. 

LEGGI ANCHE: 

Ugo Fuoco, chi è il no vax ricoverato che esultava per la morte di Sassoli

Nella giornata di ieri, 18 gennaio, il 40enne ha poi precisato alcuni punti sul suo profilo Facebook con un post corredato di una foto di lui sdraiato a letto con la mascherina per respirare. “Non sono morto (ancora)!!! Non era mia intenzione pubblicare nulla ma ne sto sentendo di ogni! COMBATTERE! Mai con la sfrontatezza cieca di chi si convinca d’essere invincibile. COMBATTETE piuttosto con la consapevolezza che non v’è esito nefasto che possa d’un colpo vanificare ciò in cui crediate, ridimensionare ciò che sentite profondamente nè quel che voi sapete d’essere davvero. COMBATTETE per le vostre idee, non perché queste vi possano fornire la certezza di essere al riparo da conseguenze e cammini impervi. COMBATTETE invece perché siete consci che nulla potrebbe impedirvi di combattere per i valori profondi che portate dentro, combattete SAPENDO che quando impatterete contro imprevisti e sofferenze lo avrete fatto per spingere alti i vostri valori più alti. COMBATTETE, senza presunzione, ma con tutta la forza che avete! SEMPER, SINE METU, SINE METU, SINE METU ! SEMPRE SENZA PAURA, CON IL CUORE ! LIBERTÀ”. 

Contents.media
Ultima ora