Ylenia Carrisi viva? L'ultima testimonianza
Ylenia Carrisi viva? L’ultima testimonianza
Cronaca

Ylenia Carrisi viva? L’ultima testimonianza

Ylenia Carrisi

Tornano d'attualità le dichiarazioni di Marck Beck, un uomo che racconta di aver visto più volte, fino al 1997, Ylenia Carrisi.

Di tanto in tanto tv e media tornano a parlare (qualcuno a speculare) sulla scomparsa di Ylenia Carrisi, la primogenita di Albano e Romina Power. Rimbalza in questi giorni in Italia la testimonianza di un uomo che sostiene di aver visto Ylenia Carrisi subito dopo la sua scomparsa e prima del Natale 1997. La famiglia del cantante pugliese chiede maggior rispetto.

“Ylenia Carrisi è viva”

Marck Beck racconta: “Certo che ho trovato Ylenia! Era seduta al bar Rossella O’Hara di Saint Augustine in Florida. Era in compagnia di un uomo di colore che si chiamava Chet. Io le ho detto subito che a New Orleans la stavano cercando dappertutto”. L’uomo aggiunge inoltre di aver anche “chiamato Romina Power per assicurarle che Ylenia era viva, stava bene”.

Questo fatto risalirebbe a pochi giorni dopo la scomparsa della 23enne, avvenuta il 1 gennaio 1994 (31 dicembre 1993 in Louisiana). Beck afferma poi che Ylenia Carrisi le ha anche riferito che era intenzionata a tornare a New Orleans per recuperare il suo passaporto, lasciato nella città situata sul fiume Mississippi insieme a quasi tutti i suoi effetti personali.

“Sono rientrato a New Orleans ma Albano e Romina erano già partiti per l’Italia.

Trovai Yari e gli dissi che Ylenia era viva e chiedeva di rientrare in possesso dei suoi documenti e lui mi disse che si sarebbe occupato lui della cosa” prosegue. Da sottolineare però che queste dichiarazioni sembrano risalire ad un’intervista del 2007, anche se sono tornate ora d’attualità forse dopo la puntata di Chi l’ha visto? che ha riproposto la storia di Ylenia Carrisi.

L’uomo dichiara inoltre che “prima del Natale del 1997” rincontrerà la ragazza “a Londra“. “La fermai e le ripetei se i suoi genitori erano al corrente di questi suoi spostamenti. Mi assicurò di sì. – conclude – Che dovevo stare tranquillo. Solo che non sarebbe più ritornata a Cellino“.

Il primo a reagire a queste nuove “rivelazioni” è Albano Carrisi che, attraverso il settimanale “Sono” confessa di essere molto seccato da questa continua pressione mediatica e chiede ancora una volta rispetto per la sua famiglia e per i suoi figli.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche