10 cose da valutare quando si acquista un’auto nuova

Auto

10 cose da valutare quando si acquista un’auto nuova

auto nuova
Vediamo insieme alcuni consiglio per un miglior acquisto di un'auto nuova.

Quando si vuole acquistare un'auto nuova sono tante le cose da mettere in conto, molte volte qualcuna viene dimenticata. Ecco qualche consiglio.

Quando si è in procinto di acquistare un auto nuova in molti casi è l’euforia a dettare legge. Lecito, ci mancherebbe altro non essere euforici per il nuovo acquisto. Ma qualche piccola attenzione in più può far ragionare meglio su quello che resta in ogni caso un acquisto impegnativo. Non solo dal punto di vista dell’auto in sé ma per quello che riguarda anche altre tipologie di spese. Proviamo a stilare una lista di consigli, la cui valutazione in sede di acquisto può rivelarsi molto utile.

Esigenze

Analizzare quelle che sono le proprie esigenze in fatto di auto, se si ha necessità di un’auto piccola o di un’auto spaziosa innanzitutto. Dato molto importante ed influente all’interno di questa decisione è la destinazione d’uso della vettura. Se sappiamo che la sua destinazione sarà prevalentemente cittadina e non abbiamo grosse pretese in fatto di spazi, ad esempio una citycar sarà perfetta.

Se le nostre esigenze saranno di più orientate verso le lunghe distanze un’auto berlina o di segmento C potrebbe essere una scelta più consona.

Più opzioni per una migliore scelta

Non fermarsi ad un solo preventivo. Una volta compresa che tipologia di auto incontra le nostre necessità, creare una rosa di scelte opinabili. Farsi fare più preventivi relativi alle auto prese in esame. Si possono scoprire nuove possibilità che magari un attimo prima sembravano remote. Si possono inoltre scoprire auto che non erano state neppure prese in considerazione e che possono incontrare i nostri gusti.

Motorizzazione

Cosa molto importante per la scelta di un’auto nuova è la scelta della motorizzazione. Questione su cui si potrebbe aprire un lunghissimo dibattito ma che tenteremo di semplificare nei concetti base. Molte case automobilistiche tendono a mettere in evidenza la versione di un’auto dotata del motore meno potente, vantandone doti di economicità e vantaggi riguardo al prezzo di acquisto secco dell’auto.

Questo potrebbe essere vero nella misura in cui quel motore incontra le nostre esigenze. Le tendenza attuali delle case costruttrici si presentano sotto forma di propulsori dalla cubatura piccola ma dalla dotazione in termini di cavalli elevata. Non è raro ad esempio trovare in listino un berlina media con motore 1.2 ma con 120 CV. Il rapporto cilindrata/potenza dell’auto è una scelta da valutare bene per non incappare in propulsori dalla cubatura sottodimensionata al peso dell’auto.

Assicurazione e bollo

Non sono da sottovalutare per la scelta di un’auto nuova i costi che si dovranno sostenere per quanto riguarda assicurazione e bollo. Nell’esempio fatto nel precedente punto un motore 1.2 da 120 CV pur essendo di cubatura non elevata, è soggetto ad una cifra considerevole per quanto riguarda il bollo. Dall’altro lato la piccola cilindrata fa risparmiare qualcosa sull’assicurazione. Bisogna stare un po’ attenti ed il giusto compromesso è sempre a portata di mano.

No alla fretta!

Le case automobilistiche propongono offerte e promozioni continue, non bisogna farsi prendere da eccessiva fretta.

Perché, anche se non riusciamo a rientrare in una determinata offerta, possiamo star certi che ne seguirà un’altra ed un’altra ancora altrettanto allettanti. Meglio valutare con calma. Bisogna fare un bel respiro e leggere attentamente i dettagli delle promozioni in corso a cui si vuole aderire, le insidie, ahimè, sono dietro ogni angolo.

No ai pagamenti in contanti

Potrebbe sembrare esagerato ma meglio non fidarsi di nessuno e, per quanto possiamo essere certi che il venditore o la concessionaria con cui stiamo concludendo il nostro affare siano affidabili, meglio non pagare in contanti. Assegni, bonifici e finanziamenti sono strumenti di pagamento sicura ed assolutamente tracciabili. Bisogna ricordare che si sta effettuando in ogni caso un acquisto impegnativo. E proprio dal punto di vista economico, non è il caso tralasciare nulla.

Provare l’auto

Non acquistare a scatola chiusa può rivelarsi abbastanza fondamentale e non provare l’auto (o le auto) su cui abbiamo drizzato le nostre antenne potrebbe rivelarsi un grande errore.

Ogni concessionaria mette a disposizione delle auto per poter effettuare un test drive su strada. Talvolta questo primo contatto può rivelarsi essenziale, facendoci valutare meglio la scelta che sulla quale ci stiamo orientando.

Consumi

Non sottovalutare i consumi delle auto scelte. I listini delle auto a disposizione sono pieni di opzioni diverse. Prendiamoci un attimo per valutare con calma quanto ci costerà una volta acquistata. Far muovere la nostra auto verso le destinazioni più disparate, senza dimenticare il rapporto diretto che c’è tra cilindrata/potenza e consumi.

Optional

Valutare bene in sede di preventivo la dotazione di optional dell’auto che abbiamo scelto e confrontare i preventivi anche in questo senso. Non è detto che delle differenze di prezzo tra auto diverse non abbiano motivo di essere. Talvolta un determinato sovrapprezzo porta in dote una quantità notevole di accessori che farebbero lievitare il prezzo di acquisto in maniera notevole. Quindi paradossalmente talvolta la scelta leggermente più cara è in realtà quella più conveniente.

Leggere attentamente il contratto

Dare una buona lettura sia al contratto di acquisto che a quello di un eventuale finanziamento chiude la rassegna di consigli. Consigli sulle cose da valutare in sede di acquisto di un’auto nuova. I contratti generalmente hanno sempre delle sezioni scritte con caratteri abbastanza piccoli rispetto alle parti principali. Sono proprio quelle che devono essere lette con attenzione. Anzi, più sono piccole più è il caso leggerle con maggiore attenzione.

Rendersi conto che le condizioni, in termini di tassi di interesse effettivi, non sono poi così convenienti e distanti da condizioni millantate e da offerte promozionali è abbastanza facile. E trovarsi a dover pagare cifre superiori a quelle previste potrebbe essere un rischio da considerare.

Gusto personale

Al di là di ogni consiglio ragionato che si possa offrire in dono, il fattore personale è talvolta la parte dominante quando si sceglie un’auto nuova da acquistare. In un momento ogni pacato ragionamento sensato è inutile se si sceglie una determinata auto d’istinto. Magari consapevoli dei consumi elevati della stessa o della potenza elevata che porterà di conseguenza una tassa di possesso proporzionale. L’undicesimo, velato, consiglio fuori lista che si può fornire è quello di valutare in mezzo a tutto anche i fattori personali, d’altronde un acquisto è anche emozione.

E le auto, di emozioni, possono darne tante.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*