Alcune cose che non sai di Batistuta

Alcune cose che non sai di Batistuta

Sport

Alcune cose che non sai di Batistuta

Ecco alcune curiosità sulla vita di Gabriel Batistuta, uno dei cannonieri più spettacolari della storia del calcio.

Gabriel Omar Batistuta è il grande attaccante argentino considerato uno dei bomber più potenti e più prolifici di sempre. Idolo dei tifosi della Fiorentina con la quale ha giocato dal 1991 al 2000 acquisendo quella maturità e la consapevolezza nei propri mezzi che lo ha reso uno degli attaccanti più forti di sempre.

E’ cresciuto nelle giovanili del Newell’s Old Boys per poi vestire le maglie di River Plate e Boca Juniors, vincendo anche lo scudetto nell’anno in cui si è poi trasferito a Firenze. Giunto nel capoluogo toscano da illustre sconosciuto, ha legato indissolubilmente la propria carriera alla maglia viola con la quale ha vinto una Coppa Italia e una Supercoppa Italiana, segnando la bellezza di 152 reti, diventando il capocannoniere indiscusso della storia del club gigliato. Si è tolto anche la soddisfazione di vincere uno scudetto con la maglia della Roma nella stagione 2000-2001, la prima lontano dalla sua Firenze.

In Italia ha anche vestito la maglia dell’Inter per poi finire la carriera nell’Al-Arabi.

Il padre Osmar Batistuta, era proprietario di una macelleria ad Avellaneda mentre la moglie Gloria, svolgeva il ruolo di segretaria scolastica. Il piccolo Gabriel, da piccolo, praticava pallavolo e pallacanestro, ma a sedici anni dopo aver ricevuto dall’amico Pitti Lorenzini un poster di Maradona decide di giocare al calcio. A diciassette anni conoscerà la donna che diventerà moglie e madre dei suoi figli, Irina Fernández. I due convoleranno a nozze nel 1990 e avranno quattro figli Thiago, Lucas, Joaquín e Shamel. Gabriel e Irina si separeranno nel 2014.

Dopo l’addio al calcio subirà traumi fisici e psicologici a causa della fragilità delle cartilagini delle caviglie compromesse sottoponendosi ad intervento chirurgico molto doloroso, in seguito al quale chiederà al medico di amputargli entrambe le gambe.
Negli ultimi mesi si sono intensificate le voci che lo vorrebbero futuro dirigente della Fiorentina.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche