Amber Heard vince la causa contro Johnny Depp: dona 7 milioni in beneficenza

Gossip

Amber Heard vince la causa contro Johnny Depp: dona 7 milioni in beneficenza

E’ stata additata per diversi mesi come un’arrampicatrice sociale l’attrice Amber Heard, che aveva accusato l’ex marito Johnny Depp di violenza domestica

I fan, i vip, gli amici della coppia più cool del 2015 non sapevano più da che parte schierarsi. Quando scoppia la scintilla tra due stelle del cinema del calibro di Johnny Depp e Amber Heard difficile non prevedere una separazione con il botto in caso di crisi! Certo è che nessuno si sarebbe immaginato dei motivi così seri: il protagonista di Pirati Dei Caraibi accusato di violenze domestiche. Amber si mostra dalla stampa in condizioni terribili e presenta una denuncia verso l’attore sostenendo di essere stata vittima di violenza.

Tutti i media hanno diffuso gli scatti della Heard, livida in volto e con evidenti segni di un’aggressione, ma prendere le sue parti non è stato così immediato. In moltissimi quelli che hanno creduto che quella dell’attrice fosse stata solo una mossa per estorcere denaro al milionario attore e la battaglia fra le due star è stata sempre più aspra e a colpi di stampa.

Dopo 3 mesi dall’accaduto Amber ha vinto la causa e Mr Depp ha dovuto risarcirla con la modica somma di 7 milioni di dollari, cifra che ha fatto parlare ancora di più le malelingue.

L’attrice però ha sorpreso i più diffidenti e confermato le sensazioni di coloro che credevano nella sua versione, devolvendo tutto il ricavato da questa brutta esperienza in benenficenza. Ecco le parole dell’attrice: “Come è descritto nella nota dell’ordine restrittivo rilasciata dal tribunale il denaro non ha giocato alcun ruolo. L’unica eccezione riguarda il fatto che potrò donare la somma in beneficenza e, facendo questo, aiutare coloro che non hanno facoltà di difendersi.” I 7 milioni di dollari sono stati donati all’ American Civil Liberties Union e al Children Hospital di Los Angeles.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...