Antico meteorite proveniente da Mercurio caduto in Marocco

Guide

Antico meteorite proveniente da Mercurio caduto in Marocco

Gli scienziati credono di aver trovato il primo meteorite caduto sulla Terra, meteorite che arriva da Mercurio. Le antiche rocce non assomigliano ad alcun altro tipo di roccia spaziale precedentemente scoperta o esaminata.

Le rocce verdi spaziali, che sono state ritrovate in Marocco nel corso del 2012, sono state chiamate NWA 7325.

Il gruppo ha descritto la roccia come:. “Un gruppo di 35 pietre verdastre molto fresche (per un totale di 345 g), molte delle quali hanno una parziale crosta di fusione residua di colore. Questo materiale si distingue per la sua caratteristica dall’effetto “gelato” del plagioclasio e il luminoso colore verde della clinopirossena.

Gli scienziati stanno teorizzando sulle rocce e secondo quanto riferito hanno una forte convinzione che sia possibile che NWA 7325 sia venuta da Mercurio, ma ammettono che potrebbe essere arrivato anche da un altro corpo celeste. Marte e Vesta sono state escluse.

Secondo Space.com, gli scienziati hanno riferito che le rocce spaziali abbiano all’incirca 4,56 miliardi di anni.

Rocce vecchissime, più di qualsiasi cosa mai vista prima.

“Potrebbe essere un campione arrivato da Mercurio, o potrebbe essere un campione da un corpo più piccolo vicino a Mercurio, ma sempre molto simile allo stesso Mercurio,” così disse lo scienziato Anthony Irving ha durante un discorso al 44 ° incontro annuale “Lunar and Planetary Science Conference” a The Woodlands , Texas, dove sono stati condivisi i risultati.

Su Space.com viene descritta anche la densità magnetica inferiore del meteorite e dei dati inviati dalla NASA mostrano che Mercurio ha anch’esso un basso magnetismo e condivide alcuni degli stessi elementi che si trovano nella NWA 7325.

Sia Mercurio che il meteorite sembrano avere una bassa presenza di ferro.

Mercurio, con le sue temperature diurne ardenti, è il pianeta più interno del sistema solare. Le informazioni del pianeta non è sono così accessibili come dagli altri pianeti, per esempio come Marte. Tuttavia, con la tecnologia che progredisce, la comunità astronomica è in grado di ottenere ulteriori informazioni attraverso gli strumenti più nuovi e moderni.

Si spera che la missione Messenger possa continuare fino al 2015 così che gli esperti possano ottenere ulteriori informazioni circa l’origine del NWA 7325.

Messenger, la prima missione di sempre orbitante attorno a Mercurio, sta studiando il pianeta dal 2011.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*