Bambino ‘prende fuoco’ nel bosco per colpa del padre

Esteri

Bambino ‘prende fuoco’ nel bosco per colpa del padre

Per colpa di adulti irresponsabili un bambino dello Utah, negli Stati Uniti, ci ha rimesso le gambe ed un braccio.

Che non si debba giocare con il fuoco ce lo hanno insegnato a tutti da piccoli, ma evidentemente il padre del piccolo Hunter Simmons e i suoi amici non hanno tenuto a mente questo saggio consiglio. Tutto è accaduto al fine di sradicare un albero per farne della legna, dopo diversi tentativi qualcuno ha avuto la geniale idea di incendiare le radici in modo da far cadere giù il tronco. Tralasciando il fatto che questo episodio è accaduto in un bosco dunque provocare un incendio tra gli alberi non sia stata un’idea molto furba, il metodo con cui queste persone hanno deciso di incendiare queste radici vi stupirà. La gang del signor Simmons ha deciso di spargere della benzina attorno alla zona desiderata, così da poter dargli fuoco facilmente, e così è stato.

Peccato che oltre alle radici abbia preso fuoco anche Hunter, che si è visto correre addosso delle fiammi veloci che gli hanno bruciato entrambe le gambe e una mano.

All’ospedale i medici hanno dichiarato che Hunter ha subito un’ustione di terzo grado e, nonostante abbiano applicato della pelle nuova sulle gambe completamente corrose dal fuoco, probabilmente ci sarà bisogno di un’altra operazione, la mamma ha raccontato: “Il bimbo ha subito strazianti ustioni di terzo grado alla mano sinistra e ad entrambe le gambe. Quando i trapianti di pelle guariscono, si induriscono in modo che la pelle non resta così elastico come al solito. Hunter cerca di essere il bambino felice che è sempre stato, ma non si può neanche riuscire a spiegare il dolore che ha dovuto sopportare. La madre del bambino ha inostre spiegato la dinamica dell’incidente: “Da quello che mi è stato detto, qualcuno ha avuto l’idea di buttare un secchio pieno di benzina sul fuoco.

Sembra che qualche goccia di benzina sia finita sull’erba e poi ha preso fuoco. Credo che questo deve aver spaventato chi aveva in mano il secchio, che l’ha lasciato cadere”. La famiglia di Hunter ha deciso di creare una pagina per raccogliere fondi al fine di poter prestare le migliori cure al bambino, la Helping Hunter heal.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche