Come attivare la firma digitale con la tessera sanitaria

Tecnologia

Come attivare la firma digitale con la tessera sanitaria

tessera sanitaria

Passo per passo, la procedura per ottenere la firma digitale attraverso lo strumento noto come TS-CNS, che prevede l'integrazione con la tessera sanitaria.

Il progetto TS-CNS

Con il duplice acronimo TS-CNS, il Ministero delle Finanze ha inteso avviare, a partire dal 2015, un progetto di digitalizzazione di tutte (o quasi) le pratiche amministrative, facendole confluire in un modulo di autenticazione digitale da includere nella tessera sanitaria individuale di ciascun cittadino.

Modello Integrato

Il sistema, dunque, dovrebbe integrare – senza spese per il titolare – la moderna tessera sanitaria dotata di chip elettronico per la lettura dei dati e la cosiddetta Carta Nazionale dei Servizi, il modulo elettronico per l’autenticazione di pratiche e servizi specifici afferenti alla pubblica amministrazione. Tale modulo non ha completo valore di firma digitale, dal momento che per essere utilizzato come tale anche fra privati, e non solo fra privato e pubblica amministrazione, deve essere integrato da un vero token di firma digitale.

Dove è attivo il servizio

Questo progetto è stato avviato, in via sperimentale, nel 2015, inizialmente in alcune regioni pilota, quali la Lombardia, il Veneto, la Toscana e la Sardegna.

È stata in particolare quest’ultima, anche in virtù del proprio status di regione a statuto speciale, a spingere molto sulla sperimentazione, evidenziandone sia le possibilità che i limiti e le aporie. Il risultato, al momento, appare ancora molto perfettibile, ma la sperimentazione è tuttora in atto. Nel frattempo, altre regioni, come il Lazio, si sono aggiunte alla stessa.

Cosa garantisce il servizio

Vi sono alcune macro-componenti che caratterizzano il progetto TS-CNS. Tra questi: infrastruttura di Identity & Access Management (la possibilità di accedere a vari servizi della pubblica amministrazione tramite un sistema di autenticazione); Card Management (sistema di gestione dei supporti fisici come le tessere sanitarie integrate di firma digitale); monitoraggio, tracciabilità e logging; sistema di reporting per gli utenti che desiderino un riepilogo delle attività svolte. Tutto questo deve essere inoltre effettuato nella piena garanzia di sicurezza dei dati personali dell’utente.

Autenticazione tramite tessera sanitaria

Ricordando che la firma digitale attivabile gratuitamente su tessera sanitaria non garantisce un pieno utilizzo della stessa al di fuori delle pratiche afferenti alla pubblica amministrazione, per attivare lo strumento TS-CNS il cittadino deve recarsi presso uno sportello ASL abilitato (da rintracciare online: non tutte le ASL ne hanno) munito di tessera sanitaria e documento d’identità valido.

Procedura

L’operatore ASL allo sportello deve accertare la validità del documento, la corrispondenza con l’identità del richiedente e l’effettiva volontà di quest’ultimo di procedere con l’attivazione, che comporta anche il consenso al trattamento dei dati personali.

Contestualmente, al titolare verrà consegnato a titolo gratuito un lettore di smart card, non prima di aver firmato un modulo in cui dichiara che tale oggetto viene ricevuto per un utilizzo esclusivamente personale e non da parte di terzi. Infine, al titolare verrà consegnata una busta cieca, contenente il PIN segreto e il codice utente per l’attivazione dello strumento.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche