Come mangiare le albicocche COMMENTA  

Come mangiare le albicocche COMMENTA  

La traduzione latina di albicocca è “preziosa”, un aggettivo adatto per questo frutto morbido, tenero. Secondo i Centri per il controllo delle Malattie e la Prevenzione, le albicocche ebbero origine in Cina, anche se oggi quasi il 95 percento della quantità mondiale cresce in California. Mangiare un albicocca significa scegliere quella giusta e permettere al frutto di raggiungere la piena maturazione prima di gustarlo o usarlo per diverse ricette, dalle torte ai gelati.


Istruzioni

  1. Scegli un’albicocca dal colore dorato e che non sia ammaccata o macchiata. Un’albicocca giallo pallido o leggermente verde e dura non è ancora matura. Per farla maturare, mettila in un sacchetto di carta per 2 giorni. Controllala spesso e delicatamente pressa il frutto con le dita. Quando il frutto non è più duro, è maturo e pronto per essere consumato.
  2. Sciacqua l’albicocca bene sotto acqua fresca. La sua buccia è leggermente porosa e può contenere sporco e particelle di polvere.
  3. Consumala intera o a affettala lungo la dorsale naturale del frutto per tagliarla a metà. Rimuovi il nocciolo con le dita e mangia le fette.

Consigli e avvertimenti

Cuoci le albicocche tagliandole a metà e mettendole in una teglia da forno con la polpa in basso. Cuocile per 8-10 minuti a 350 gradi Fahrenhit.


Aggiungi le albicocche affettate ad una torta o cospargile di miele e mettile nel grill.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*