Come si formano le Gemme Preziose? COMMENTA  

Come si formano le Gemme Preziose? COMMENTA  

Lo sapevate che ci sono circa 4.000 tipi noti di minerali? Circa 200 tipi di queste formazioni racchiudono dentro di se’ quelle  che noi conosciamo come gemme, e che si trovano disperse in tutto il mondo. Le gemme sono ambite per la loro bellezza, il valore e le funzionalità a volte sorprendenti.


La creazione di gemme inizia con la formazione dell’aggregato naturale e solido noto come roccia. Come chiunque abbia mai preso una lezione di scienze della terra sa, ci sono tre tipi fondamentali di roccia. La prima è la roccia ignea, che è formata mediante raffreddamento e indurimento del magma. A seconda di quanto velocemente il magma si raffredda e della quantità di pressione presente, ha la tendenza a sviluppare cristallizzazioni, molti dei quali sono classificati come gemme. Alcune fra le gemme che si formano a partire da rocce ignee sono: diamanti, smeraldi, granati, quarzi e topazi.


La roccia sedimentaria si forma attraverso i processi di erosione e di accumulo. I materiali vengono ammorbiditi dalla terra tramite erosione, e vengono poi trasportati in altre sedi. Lì, i materiali trovano la loro casa e nel tempo le rocce sedimentarie si formano. Più materiali si depositano e più pressione viene messa sugli strati inferiori del sedimento. La pressione può causare una serie di cambiamenti chimici che si verificano, e in ultima analisi può creare gemme come opali e zirconi.


Attraverso il terzo processo chiamato metamorfismo, la roccia metamorfica si forma come alterazioni nelle composizioni chimiche delle rocce già esistenti. Rocce ignee, sedimentarie, e metamorfiche sono sottoposte a calore elevato e la pressione può causare loro l’ adottamento di nuove composizioni chimiche. Questo processo può causare la formazione di pietre preziose come: il rubino, lo zaffiro, il lapislazzuli, la giada e il turchese.

L'articolo prosegue subito dopo


La bellezza di questi tesori naturali è evidente nelle vetrine dei negozi di gioielli, e in blasonate oggetti di valore internazionale. Ad esempio, famosa è la maschera dorata del Re Tutankhamon che fu impreziosita con lapislazzuli, una pietra semi-preziosa trovata principalmente in Afghanistan. Il Mackay Emerald Necklace, ora di proprietà del Museo Smithsonian, è 167,97 carati di smeraldo, scoperto nelle miniere della Colombia. E ‘stato un regalo di nozze da Clarence H. Mackay a sua moglie, Anna Caso, uno dei primi del 20°. La corona imperiale dell’India, che apparteneva a Giorgio V, era ornata con una miriade di gemme preziose, tra cui 6.100 diamanti.

Ci si potrebbe chiedere che cosa renda una pietra, pietra preziosa o semi-preziosa. La verità è che non esiste un metodo preciso per determinarne il valore iniziale. Il concetto di “pietra preziosa” risale ai tempi dell’Antico Egitto, della Grecia e di Roma, e forse anche prima. Tuttavia, molte delle pietre che sono state considerate di grande valore poi, non hanno più un posto di alto rango nel mercato di oggi. Se una pietra è considerata preziosa o semi-preziosa si affida alla sua desiderabilità e rarità, che può variare nel tempo.

Le quattro pietre che sono considerate un bene prezioso, non importa da dove esse provengano sono: i diamanti, gli smeraldi, il rubino e lo zaffiro. I loro lucentezza e colorazione di un incredibilmente brillantezza li hanno resi punti fermi nel mercato dei gioiellieri di tutto il mondo. Tuttavia anche pietre semi-preziose hanno la tendenza a un prezzo elevato a seconda delle loro dimensioni, taglio, e chiarezza. L’ Ametista, la tormalina, il topazio, il granato, e molti altri possono riusultare altrettanto cari.

Stranamente, ci sono una serie di materiali organici che sono stati classificati come gemme, quando tecnicamente parlando, non sono affatto pietre. Sepolte nella roccia sedimentaria più profonda della Russia, c’è una sostanza conosciuta come ambra o fossile di linfa di pino che è stata riconosciuta risalente al periodo Carbonifero Superiore. L’ Ambra è stata estratta fin dall’età del bronzo, ed è desiderata per il suo colore giallo/arancio brillante e per il fatto che di tanto in tanto, piccoli insetti, foglie o ramoscelli provenienti da milioni di anni fa, sono visibili al suo interno. Perla e madreperla sono anche popolari gemme organiche. Mentre la perla è creata dai molluschi come una linea di difesa contro l’invasione dei granelli di sabbia che possono danneggiare il suo corpo, la madreperla è fatta dalla conchiglia attuale del mollusco. Entrambi sono ambite per il modo unico in cui sono creati, e anche per i loro colori intriganti.

Non tutte le pietre preziose sono valutate solo per la loro bellezza, per esempio la grafite è versatili e utile nella vita di tutti i giorni. Il diamante per esempio, è la sostanza più dura trovata nel mondo naturale. Infatti, in greco antico diamante è “adamas”, che significa “indistruttibile”. Il diamante così detiene il primo posto sulla scala di Mohs di durezza. Di conseguenza, il diamante viene utilizzato in campo industriale per tagliare materiali come il vetro, il cemento e l’ acciaio.

Molti metafisici e praticanti del New Age credono nelle proprietà spirituali e medicinali delle pietre preziose, e sulle loro capacità per ripristinare l’ energia positiva del corpo. Ad esempio, pietre come smeraldo, citrino, acquamarina, e occhi di tigre si ritiene che promuovano la salute mentale e la nitidezza. L’ Agata, il diaspro, il granato e il topazio sono pensati per migliorare la fiducia. Alcune pietre preziose come la tormalina, l’ opale, il peridoto, il quarzo e il rubino presumibilmente contengono proprietà curative per varie patologie mediche. Quindi, la prossima volta che avrete un mal di gola, provate a portare con voi un pezzo di tormalina. Chi lo sa? Magari potrebbe funzionare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*