Lavoro a maglia: come fare una sciarpa in casa

Guide

Lavoro a maglia: come fare una sciarpa in casa

fare una sciarpa

Il lavoro a maglia è una vostra passione? Siete delle principianti e volete provare a usare ferri? Ecco come fare una sciarpa in casa con uno o più filati.

Per le appassionate del lavoro a maglia, ma anche per chi vuole cimentarsi per la prima vota, fare una sciarpa in casa è un passatempo distensivo. Per rilassarsi durante un freddo pomeriggio invernale e creare con le proprie mani qualcosa di unico e artigianale, lavorare a maglia è l’ideale. Fare una sciarpa in casa con i ferri bastano pazienza e pochi materiali: filato del colore e lana che preferite, ferri a vostra scelta e ago da lana da punta arrotondata. Molti sono i modelli da realizzare, sciarpe classiche, a mo’ di cappa con tasche e bottone, con pon pon in punta o colli di lana. Per fare una sciarpa in casa, partendo dalle basi, basta seguire pochi semplici passi e avere tempo e pazienza.

Dopo aver scelto la lana che preferite potete iniziare a realizzare la vostra sciarpa fatta a mano.

Procedimento per sciarpa a uno o a due filati

I gomitoli di lana scelti in genere contengono indicazioni sui ferri da utilizzare. La scelta però dipende anche dal risultato che volete ottenere. Se la lana non è troppo fina e volete ottenere un effetto a grana più grande, potete lavorare la lana con ferri grandi. Comunque se siete alle prime armi, meglio seguire i consigli del filato. Se avete scelto due filati di colore diverso, ecco come impostare il lavoro. Primo passo: montare 10 punti del colore primario su un ferro. Le dimensioni della sciarpa variano in base alla lunghezza del ferro e alla larghezza che si desidera. Consiglio per i principianti: all’inizio meglio fare una sciarpa di piccole dimensioni, altrimenti i tempi di realizzazione andranno troppo per le lunghe. Con i filati molto grandi, si consiglia di montare almeno 30-40 punti per sciarpa.

Questo consiglio vale per chi lavora con ferri 8 o 10 per realizzare una sciarpa di media grandezza.

Prima di cambiare colore lavorate con il primo per 12 giri. Se decidete di non volerlo più cambiare non siete obbligati. Questi consigli valgono anche per fare una sciarpa monocromatica. Il lavoro a maglia è rilassante perché non vi obbliga a raggiungere un obiettivo prima della fine della giornata. Come vale anche per il resto dell’artigianato, potete fermarmi quando volete e riprendere il giorno dopo. Dopo aver completato il 12° ferro potete tagliare il filato, avendo cura di lasciare una coda di 12 cm, e partire con il filato del secondo colore. Se decidete di usare un solo colore potete continuare tranquillamente fino al completamento del lavoro. Per passare al secondo colore basta allineare l’ultimo punto infilato del primo colore con il primo del secondo colore, mettendoli accanto sullo stesso ferro. Vanno tenuti insieme, nella mano sinistra, separandoli dal resto del filato da lavorare d’ora in poi.

Come cambiare filato in una sciarpa fatta in casa

Per prima cosa, dopo aver infilato il primo punto di colore diverso, farne 5 in totale e poi fermarsi. Ora bisogna tenere liberi i fili che prima tenevate fermi.

Andranno infilati nel tessuto con un ago da lana a lavoro completato, per evitare che si vedano. Quando si cambia colore, evitare di fare dei nodi, dato che possono rimanere visibili a fine lavorazione. È preferibile lasciare i fili sciolti, ma non troppo lunghi. Una volta fatta questa operazione, fare altri 12 ferri con il filato del nuovo colore. Ora, se ci state pendendo gusto, potete anche inserire un terzo colore. Le modalità sono sempre le stesse, basta solo allineare bene i punti. Altrimenti potete ricominciare con il primo colore e cambiare sempre ogni 12 ferri. Quando avrete finito basterà chiudere il lavoro, infilare i fili sciolti con un ago nel tessuto e indossare il vostro lavoro artigianale. Ecco pronta la vostra sciarpa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*