Le tappe del processo eternit

Attualità

Le tappe del processo eternit

Conosciuto alla cronaca, come il più grande processo che si sia mai celebrato per reati ambientali connessi a lavorazione industriale, il processo Eternit , è giunto a termine.
Dieci anni sono passati da quel lontano 2004, anno in cui, la Procura della Repubblica di Torino aprí un’inchiesta a seguito della morte di un ex operaio della ditta Eternit, il quale aveva lavorato presso la sede di Cavagnolo (Torino).
Ma, in poco tempo le indagini si ampliarono, riguardando i diversi casi di persone malate o decedute a causa dell’aspirazione di quella fibra.
Il processo Eternit, inizia a Torino nel 2009, e vede la costituzione come parte civile di oltre sei mila soggetti, tra enti,associazioni,sindacati e naturalmente cittadini.
Gli imputati sono il barone belga Louis de Cartier e il magnate svizzero Stephan Schmidheiny.
Il tribunale di Torino condanna nel 2012 i big della società a 16 anni di reclusione.
Nel 2013 inizia il processo presso la corte d’Appello, dove la condanna viene portata da 16 anni a 18.

L’avventura giudiziaria del belga Luis de Cartier, termina a causa della sua morte.
Nel 2014 inizia il processo in Cassazione nei confronti del magnate svizzero Schmidheiny.
La svolta si ha il 19 novembre 2014, dove la Cassazione annulla senza rinvio dichiarando prescritto il reato.processo-eternit

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*