Mass effect andromeda: i trucchi per il sudoku

Videogiochi

Mass effect andromeda: i trucchi per il sudoku

Il quarto capitolo di una delle saghe di giochi più seguita e giocata al mondo presenta notevoli novità e rompicapo particolari da risolvere.

Mass Effect Andromeda è giunto al quarto capitolo della saga che ne porta il nome. Ma cosa devono aspettarsi i fan sfegatati che hanno vissuto le vicende dei primi tre capitoli e quelli invece che sentono nominare questo gioco per la prima volta?

Ambientazione

Per volontà ferma di chi ha ideato e creato il gioco, questa quarta puntata in buona sostanza non ha nulla a che fare con le precedenti, è ambientata a 600 anni di distanza dai fatti che hanno principalmente coinvolto i personaggi negli episodi 2 e 3. In buona sostanza i fan di lungo corso troveranno ben pochi collegamenti col passato se non nei nomi dei pianeti e nelle ambientazioni (sempre in maniera alquanto vaga), chi non conosce la saga può benissimo avventurarsi nella trama complessa di un coinvolgente gioco di ruolo, dove combattere è la regola d’oro per salvare la galassia e promettere vita ai propri abitanti.

La missione

Il giocatore impersonerà uno dei due gemelli Ryder a cui è stata affidata una missione specifica: trovare nella galassia un nuovo pianeta da colonizzare e cui far ripartire la propria razza.

Sul pianeta ci si approderà in pratica da subito e tutto potrebbe essere semplice se non fosse reso complicato innanzitutto da una oscura forza ostile che respingerà ogni possibile curiosità esplorativa del posto. Ben presto il protagonista si renderà conto che non si tratta di un posto di così facile espugnazione, ma pieno di insidie e nemici pronti a distruggerlo.

Durante questa faticosa e grande missione non sarà da solo, potrà avvalersi dell’aiuto di numerosi compagni di viaggio; si tratta di 5 avventurieri che, insieme al protagonista, tenteranno di colonizzare il pianeta e stabilire così il dominio sui nemici.

Elemento molto importante del gioco è la possibilità di vagare per la galassia a bordo della navicella spaziale Tempest, che darà la possibilità di intrattenere numerose relazioni utili allo scopo e di trovare nuovi alleati pronti a legarsi alla causa.

Le caratteristiche della trama

Nonostante questo capitolo sia erede di tre fortunatissimi episodi in termini di numeri, quella che appare debole ed a tratti addirittura povera è proprio la trama.

Molta attenzione è rivolta ai dialoghi ed ai rapporti interpersonali durante lo spiegamento dell’onda narrativa, numerose saranno le relazioni intrattenute dai personaggi sia primari che secondari e buona parte di tutto il gioco è dedicata alla visione di filmati contenenti gli sviluppi della trama stessa. Grande è stata la cura in questo senso che non ha ottenuto grandi risultati, a tratti può diventare eccessivamente lunga ed a tratti povera proprio nei contenuti di fondo.

Gioco d’azione

Nulla da eccepire invece per quello che riguarda l’elemento principe di un gioco di ruolo d’azione che si rispetti: l’action. Di action qui ce n’è davvero tanta, in quantità. Il combattimento è interpretato nel senso stretto della parola, aiutato sicuramente dalla componente ‘armi‘ a disposizione, la cui dotazione non lascerà sicuramente a desiderare neppure i più esigenti. Numerose le possibilità di crescita riguardo alle abilità, sono ben 36 in tutto, alcune già utilizzabili sin dalle prime battute, alcune, ovviamente, da conquistare durante la durata di questo titolo.

Un accenno proprio su quella che è la durata del gioco stesso, si tratta di quaranta ore piene, che possono arrivare fino al doppio.

Rompicapo da risolvere

I combattimenti sono una delle parti importanti di Mass Effect Andromeda, insieme a quella che è una trama non troppo densa di contenuti, ma a complicare le cose stavolta in questo quarto titolo arrivano dei rompicapo da risolvere, dove la forza o le armi possono ben poco. Questi rompicapo presentano un proprio simbolismo che, unito a delle regole particolari, li fanno presentare di difficile soluzione. In realtà trovare la chiave di volta può risultare abbastanza semplice, ma l’efficacia della chiave stessa è affidata al giocatore; non servono abilità particolari o calcoli matematici di chissà quale sorta, è necessario spirito di osservazione e capacità di ragionamento.

I trucchi per il sudoku

Esattamente il loro nome è puzzle Remnant ed all’apparenza presentano la classica griglia a nove riquadri del sudoku, ma in realtà non ci sono numeri. Quello che è evidente è la presenza di simboli molto particolari, che si chiamano ‘glifi‘. Questi simboli per il genere umano non hanno nessuna comprensione, ma per i Remnant si. Entrare all’interno di quella che è la logica di risoluzione potrebbe risultare complesso se non si va ad applicare la giusta metodologia di approccio.

Innanzitutto bisogna partire dal ragionamento spicciolo che si tratta di sudoku veri e propri, con dei simboli particolari. Quali sono le regole generali del sudoku? Nessuna riga può contenere due volte lo stesso numero, nessuna colonna può contenere due volte lo stesso numero. Cambiamo nome ai protagonisti, i numeri diventano glifi ma la sostanza non cambia, niente glifi uguali nella stessa riga, niente glifi uguali nella stessa colonna.

Come risolverli concretamente

Ovviamente la parte complicata e che può complicare la vita sta nel fatto che l’occhio umano, non essendo abituato a questa tipologia di simboli, può entrare in confusione e non riuscire a risolvere i puzzle. Un piccolo trucchetto potrebbe essere quello di provare a ragionare come un sudoku vero e proprio, quindi sostituire i glifi con dei numeri a piacere, tentare di risolvere il rompicapo con i numeri per poi andare a ri -sostituire i numeri con i simboli (glifi).

A complicare le cose potrebbero esserci le forme evidenziate, che all’inizio saranno dei quadrati, ma che poi nel corso del gioco cambieranno. Perché possono complicare le cose? Perché all’interno delle forme non sarà possibile avere due simboli uguali.

Questi rompicapo, i puzzle remnant, sono presenti ad ogni livello di gioco e su sette pianeti, ne troviamo: 4 su Eos, 3 su Havarl, 5 su Voeld, 2 su Kadara, 1 su H-047c, 4 su Elaaden ed 1 su Khi Tasira.

Se si sbaglia?

Ma cosa succede se i puzzle non vengono risolti correttamente? Ci si ritroverà addosso un’ondata enorme di nemici da contrastare e, dopo averlo fatto, bisognerà che il puzzle venga comunque risolto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche