MotoGP: in Qatar le moto gareggeranno anche sotto la pioggia

Motori

MotoGP: in Qatar le moto gareggeranno anche sotto la pioggia

MotoGP: in Qatar le moto gareggeranno anche sotto la pioggia
MotoGP: in Qatar le moto gareggeranno anche sotto la pioggia

La Gazzetta dello Sport ha rivelato che in Qatar, da questo Motomondiale, si correrà anche in caso di pioggia. Ma vale solo per la MotoGP.

Nessuna possibilità di rinvio per l’apertura del Motomondiale 2017 che si terrà domenica 26 marzo in Qatar. In caso di pioggia, infatti, sia le prove che le gare si disputeranno regolarmente. A rivelarlo è La Gazzetta dello Sport. Certo, in Qatar piove pochissimo. E comunque finora, in caso di bagnato, nel circuito di Losail non si è mai girato perchè i piloti erano disturbati dalla luce dei riflettori riflessa sull’asfalto. Nel 2009, infatti, la MotoGP venne rinviata al giorno dopo. E due anni fa, l’ultima giornata venne cancellata a causa di un nubifragio che si prolungò per diverse ore. Ma tutto ciò non succederà più.

L’Irta, l’associazione dei team, ha comunicato che Loris Capirossi e Franco Uncini, proprio in qualità di membri della Race Direction, hanno compiuto, nei giorni scorsi, un’ispezione del circuito. E hanno rilevato che il problema dei riflessi non è più un pericolo. La decisione finale, comunque, verrà sottoposta al giudizio della Safety Commission, di cui fanno parte anche alcuni piloti, Valentino Rossi incluso. Al fornitore Michelin, inoltre, è già stata chiesta la disponibilità di coperture rain.

La decisione della Race Direction, comunque, sembra aver generato molti interrogativi. In primis, non sono state formite spiegazioni circa il motivo per il quale le luci riflesse dal bagnato prima davano fastidio e adesso non più. Poi, ci si chiede perchè solo la MotoGP correrà anche in caso di pioggia mentre Moto3 e Moto2 no. Il sospetto è che, in realtà, non sia cambiato nulla, tecnicamente parlando, e che la Race Direction abbia voluto prendere questa misura affinchè la pioggia non stravolga il programma del weekend, complicando la gestione di collegamenti tv, contratti commerciali, diritti televisivi, sponsor e molto altro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...