Patente a ore: cos’è e come funziona

Motori

Patente a ore: cos’è e come funziona

Patente a ore: cos'è e come funziona
Patente a ore: cos'è e come funziona

Nel 2011 è stata emanata una nuova legge per garantire la guida dell'auto per tre ore al giorno a quanti si vedono sospesa la patente. I dettagli.

Dal Primo Agosto del 2010 al 22 Aprile del 2011, a chi veniva sospesa la patente, anche per reati gravi, come la guida in stato di ebbrezza o sotto effetto di droghe, in casi di reale necessità, come andare al lavoro o assistere un famigliare disabile, poteva richiedere il permesso di circolare in auto per tre ore. Il permesso poteva anche essere negato, ma ciononostante, questa nuova legge non era stata particolarmente gradita dai cittadini in generale. E sì, perché in un certo senso, per chi si vede sospesa la patente per essere stato sorpreso alla guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di droghe, avere l’opportunità di chiedere al prefetto il permesso di guidare per tre ore al giorno, rimane comunque un controsenso, anche perché la guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di droghe restano reati gravissimi.

Nuova legge

Per attutire le polemiche e cercare di rimediare ad una legge sicuramente fatta male, il ministro ha emanato una nuova legge, entrata in vigore a partire dal 22 Aprile del 2011, secondo la quale il cittadino a cui è stata sospesa la patente può richiedere al prefetto un permesso di guida per tre ore al giorno a patto che non sia stato sorpreso alla guida con più di 0,8 grammi per litro di alcool nel sangue. Il permesso non può più essere richiesto da chi viene sorpreso alla guida sotto l’effetto di droghe.

Alcuni vincoli già presenti nella legge precedente, rimangono anche nella nuova. Ad esempio, il permesso può essere accordato a patto che si dimostri che il cittadino è impossibilitato a prendere un mezzo di trasporto pubblico e che ci sia, in ogni caso, una reale necessità. Nonostante le premesse, tuttavia, non è detto che il permesso venga accordato. Infine ed in ogni caso, il permesso può essere richiesto solo se durante l’infrazione non sia stato compiuto nessun incidente.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...