Pescara-Milan 1-1: ecco le pagelle. Donnarumma stecca e l'Europa si allontana

Pescara-Milan 1-1: ecco le pagelle. Donnarumma stecca e l’Europa si allontana

Calcio

Pescara-Milan 1-1: ecco le pagelle. Donnarumma stecca e l’Europa si allontana

Pescara-Milan 1-1: ecco le pagelle. Donnarumma stecca e l'Europa si allontana
Pescara-Milan 1-1: ecco le pagelle. Donnarumma stecca e l'Europa si allontana

L’Europa chiama, ma il Milan non risponde. Donnarumma l’ha combinata davvero grossa. Pasalic pareggia. Hanno fatto tutto i rossoneri: gol e autogol.

E che papera! La prima della sua giovane carriera. Inaspettata e proprio in una partita che il Milan avrebbe potuto e dovuto vincere con una certa facilità. Invece, picche. Gigio Donnarumma, in quel di Pescara e in collaborazione con Paletta, ha regalato a Zeman il vantaggio. Come? Semplicemente mancando lo stop su un retropassaggio alto. E’ stato in questo modo che ha visto transitare, forte e insidioso, il pallone in porta. Il resto è un palo di Romagnoli nel finale. Poi, il silenzio.

Montella sta ormai guardando l’Europa attraverso un cannocchiale rovesciato. La Champions si allontana, l’Atalanta, ora a +4, si allontana e a sole due settimane dal derby, il Milan non riesce nemmeno a sorpassare l’Inter. Partita non bella, partita strana. Pasalic a pareggiato a fine primo tempo ed è andato vicino al vantaggio tre volte.

Ma le idee non sono state sufficienti. Negli abruzzesi, invece, buone le prestazioni di Campagnaro e Bovo. 110 e lode all’esordiente Coulibaly.

Ecco le pagelle di Pescara-Milan 1-1

Pescara

FIORILLO: 6,5 – Alla fine, si arrende a Pasalic. Ma risponde bene, quando c’è bisogno di lui.: decisivo su Lapadula.

ZAMPANO: 5,5 – Si propone e corre a perdifiato. Ma gli manca la precisione nei cross e sui tiri.

CAMPAGNARO: 6,5 – In velocità, Deulofeu lo stende. Per il resto della gara, protegge bene la porta e nel finale nega a Lapadula il 2-1.

BOVO: 6,5 – Ha dovuto sudare sette camicie per fronteggiare l’attacco rossonero. Molto concentrato, evita un quasi gol di Bacca e ne sfiora uno su punizione.

BIRAGHI: 5,5 – Ingrana la sesta ma quando Deulofeu lo punta sono grane.

COULIBALY: 6,5 – Giocatore di grande personalità. Il pallone è parte di lui e sa essere cinico nelle situazioni difficili.

MUNTARI: 6 – Ha le vertigini per la spietata pressione avversaria, ma sa cavarsela con i palloni che gioca (dal 66′, BRUNO: 5,5 – tanto fumo e poco arrosto.

Troppi falli e un’ammonizione).

MEMUSHAJ: 5,5 – Manca di precisione e concretezza al centrocampo. Partita da mettere nel cassetto, soprattutto dopo la sua ammonizione per proteste (dall’85’, MILICEVIC: s.v.).

BENALI: 6,5 – Giocatore a 360°. Minaccia in attacco e chiude in difesa. Peccato che gli altri giocatori offensivi biancazzurri non lo prendano seriamente in considerazione.

BAHEBECK: 5,5 – Fiacco nelle giocate. Le sue conclusioni sono buone ma evaporano senza nemmeno spaventare Donnarumma.

CAPRARI: 5,5 – Rapido di gambe, ma non ha mai l’opportunità di calciare (dal 76′, CERRI: s.v.).

All. Zdenek ZEMAN: 6,5 – Difficile capire il motivo per cui il Pescara sia sul fondo della classifica. Forse perchè, sebbene ci siano le trame, non si concretizza la capacità di segnare. Purtroppo l’orgoglio non sarà sufficiente a evitare la caduta in B.

Milan

DONNARUMMA: 4,5 – No comment. L’errore è da tripla sottolineatura rossa e regala al Pescara il vantaggio.

Anche Buffon ha passato esperienze simili: è l’unico pensiero che può (forse) consolarlo.

CALABRIA: 6,5 – Preciso, pulito, presente e propositivo. Soprattutto nella metà campo avversaria.

PALETTA: 5 – Donnarumma lo coinvolge nella figuraccia. Sbaglia clamorosamente con un retropassaggio avventato. Una croce che si porterà dietro per il resto della gara.

ROMAGNOLI: 7 – Fortunatamente si dissocia dagli obbrobri di Paletta e Donnarumma. Anzi. La sua è una gara giocata seriamente, con chiusure e interventi sempre puntuali. Perfetto. Maledetto quel palo che gli nega il gaudio!

VANGIONI: 6 – Da titolare, fronteggia abilmente le iniziative degi avversari che gli si parano davanti. Ma potrebbe fare di più.

FERNANDEZ: 6 – Dal centro-sinistra al centro-destra. E viceversa. Sarà per questo che non ha continuità? Racimola qualche imbucata per i compagni. Troppo poche, però (dal 76′, KUCKA: s.v.).

SOSA: 5,5 – Esperienza e qualità, nel primo tempo. Impreciso, nel secondo (dal 70′, LOCATELLI: 5,5 – Rimedia un’ammonizione e nulla più).

PASALIC: 6,5 – Efficiente nell’inserimento.

Incide bene nel gioco e trova il pareggio.

DEULOFEU: 7 – E’ il cuore pulsante per quasi tutta la partita, con le sue iniziative che mandano a pallino l’intera difesa avversaria. E’ lui che propizia l’1-1 di Pasalic. Peccato che, nel finale, le batterie si esauruscano. Resta, comunque, il migliore.

BACCA: 6 – Ha una buona occasione per portare in vantaggio il Milan, ma viene intrappolato nella difensiva pescarese (dal 58′, LAPADULA: 6,5 – Entra con grinta e quasi ci lascia la firma. Un toro scatenato che va vicino al gol per ben due volte).

OCAMPOS: 5,5 – Qualche guizzo e un quasi gol di testa. Tutto il resto è noia. Discontinuo.

All. Vincenzo MONTELLA: 6 – Tradito dall’errore di Paletta e Donnarumma. Inverte esterni e mezzeali e trova comunque il modo di pareggiare mancando, di poco, il sorpasso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche