Tir sui binari, il macchinista salva i passeggeri con un gesto eroico COMMENTA  

Tir sui binari, il macchinista salva i passeggeri con un gesto eroico COMMENTA  

Gesto eroico ed in queste ore virale, quello del macchinista di un treno in corsa che è rimasto coinvolto in un terribile incidente potenzialmente mortale. E’ accaduto mentre il treno viaggiava a 110 km/h: l’uomo si è accorto che, fermo sui vinari, c’era un tir e che entro pochi istanti locomotiva e vagono lo avrebbero urtato. Anzichè farsi prendere dal panico ha agito per cercare di avvisare più persone possibili: appena si è reso conto dell’impatto imminente è uscito dalla cabina e ha iniziato a correre urlando a tutti i passeggeri di ripararsi o stendersi a terra. Solo tre secondi dopo il treno ha impattato contro il mezzo fermo sulle rotaie ma il gesto del macchinista ha permesso ai passeggeri di proteggersi il più possibile.

Leggi anche: Morte macchinista, indagato collega


L’intera scena è stata ripresa sia dalle telecamere esterne, che mostrano il camion sui binari, che da quelle interne, che permettono di seguire l’evolversi degli eventi osservando la corsa del macchinista e la reazione dei passeggeri.

Con un video divenuto virale sul web, scatenando migliaia di commenti a favore del gesto eroico compiuto dall’uomo.

Leggi anche

Maria Elena Boschi piange per la sconfitta al Referendum
Attualità

Maria Elena Boschi piange per la sconfitta al Referendum

Nel cuore della notte Maria Elena Boschi scoppia a piangere. E piange per l'esito del referendum costituzionale. Maria Elena Boschi (Montevarchi, 24 gennaio 1981) è una politica italiana, il Ministro senza portafoglio per le Riforme Costituzionali e i Rapporti con il Parlamento con delega all'attuazione del Programma di Governo nel Governo Renzi dal 22 febbraio 2014. Due lacrime scivolano sulle sue guance rosa facendo colare anche un po’ di rimmel. Piange in un comprensibile miscuglio di rabbia e delusione. Ecco, l’incredulità. Appena due anni fa, negli indici di gradimento, Maria Elena Boschi era il ministro più popolare del Paese: la madrina di ogni riforma compresa quella più importante, quella della Costituzione, e Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*