×

Napoli: bidello minaccia padre di uno studente. Voleva soldi per le sigarette

All'interno di una scuola di Pozzuoli, l'istituto di Monteruscello, un bidello ha minacciato un genitore per farsi dare dei soldi.

default featured image 3 1200x900 768x576

Gli episodi di bullismo all’interno delle scuole sono ormai un fenomeno molto diffuso, che ha più vittime ogni giorno. Ci sono moltissimi bambini che hanno paura ad alzarsi al mattino, che vengono influenzati da frasi che li fanno stare male, tanto che spesso queste vicende finiscono in tragedia.

Ciò che è noto, però, è che il bullismo è una forma di violenza che avviene tra un alunno e l’altro e se proprio ci sono delle preferenze, anche da parte dei professori. Fino adesso non era mai capitato che un ragazzo potesse essere vittima di bidelli o tecnici che lavorano all’interno delle scuole senza dover per forza interagire con gli studenti.

2418378 1129 scuola.jpg.pagespeed.ce.xp2y4k13yG

Bidello che minaccia un genitore

A Pozzuoli, però, è accaduto un episodio controverso, di cui prima d’ora non avevamo sentito parlare. Si tratta di una minaccia che un bidello avrebbe esercitato nei confronti di un genitore di un alunno per farsi dare dei soldi. Secondo le testimonianze l’uomo avrebbe chiesto di ricevere precisamente cinquanta euro per comprarsi delle sigarette.

Il fatto è avvenuto nell’istituto di Monteruscello. Secondo quanto riferito dal bidello al genitore, il figlio avrebbe avuto dei seri problemi se non si fosse presentato con la grana all’appuntamento stabilito.

Per fortuna (e purtroppo per il bidello) all’appuntamento si sono presentati anche i carabinieri, che hanno osservato lo scambio di soldi tra i due uomini per documentare il fatto e avere delle prove concrete per arrestare il bidello. Il servizio di osservazione sul posto era stato concordato in precedenza con il genitore dell’alunno dell’istituto di Monteruscello. Subito dopo i carabinieri hanno messo in manette il malfattore e portato in caserma.

Dopo aver eseguito tutte le formalità, quindi dopo aver preso tutti i suoi dati e averlo interrogato, l’uomo è stato portato nel carcere di Poggioreale dove dovrà scontare la sua pena.

Si consiglia di agire sempre nel modo in cui ha fatto questo genitore quando ci si trova in situazioni simili, soprattutto per salvaguardare l’incolumità del figlio innocente.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora