×

Caldo record, spiegazione del meteorologo: “La causa è della presenza costante dell’anticiclone africano”

Fino a venerdì 13 agosto si attendono temperature massime fino a 45/46 gradi al Sud, nel weekend di Ferragosto tanto caldo anche al centro-nord.

caldo record spiegazione

È cominciata la settimana più calda dell’estate: gli esperti hanno avvertito sui rischi di Lucifero, il nuovo anticiclone subtropicale africano che ha raggiunto il nostro Paese e sta comportando un ulteriore incremento delle temperature al Sud, ma anche caldo afoso al Nord.

L’allerta da bollino rosso è già stata diramata in molte città italiane. La massa d’aria rovente potrà raggiungere i 28/30 gradi a 1500 metri di altezza e al Sud le temperature potrebbero toccare i 47/48 gradi tra martedì 10 e giovedì 12 agosto. I termometri saliranno anche al centro-nord: previste massime di 38 gradi a Roma, Firenze e Bologna. Il caldo persisterà per diversi giorni lungo la nostra Penisola.

Infatti, non si intravedono segnali di cambiamento fino alla giornata di Ferragosto, quando non si escludono locali temporali sulle Alpi, anche in Valpadana con un possibile calo delle temperature. Gli esperti avvertono che la nuova ondata di caldo è destinata a durare a lungo, con il rischio che si mantenga anche nei giorni successivi al 15 agosto. L’Italia sta affrontando un caldo record e il meteorologo Mattia Gussoni fornisce una spiegazione sulle cause della nuova ondata estiva.

Caldo record, la spiegazione dell’esperto

Il meteorologo Mattia Gussoni de iLMeteo.it ha spiegato al quotidiano la Repubblica le cause del caldo anomalo previsto tra il 9 e il 15 agosto.

Le ondate di calore si verificano quando le temperature si alzano particolarmente per più giorni consecutivi e anche il tasso di umidità raggiunge alti livelli. Si aggiungono un forte irraggiamento solare e la mancanza di vento.

Tali fattori rappresentano le cause del caldo anomalo registrato nella seconda settimana di agosto. Si tratta di condizioni climatiche che possono costituire un rischio per la salute della popolazione.

Caldo record, la spiegazione del meteorologo: quali sono le città più calde

L’anticiclone Lucifero poterà alte temeprature per tutta la settimana, dal Nord al Sud Italia. I picchi previsti per la giornata di mercoledì 11 agosto potrebbero essere i più alti dell’estate.

Con 37.3 gradi Palermo è la prima città da bollino rosso secondo il Ministero della Salute. Seguono Perugia con 36 gradi, Bari con 35.8, Roma 35.4, Frosinone 35.2, Campobasso e Rieti con 35,1 gradi. Leggermente più bassa la temperatura di Latina, dove si prevedono 32.8 gradi.

La causa del caldo anomalo è da rintracciare “nella presenza ormai costante da alcuni giorni del famigerato anticiclone africano che continua a dominare la scena sul bacino del Mediterraneo”, ha spiegato il meteorologo Gussoni. Quindi ha avvertito: “Fino a venerdì 13 agosto si attendono temperature massime fino a 45/46 gradi nelle Regioni interne, in Siciliae Sardegna. Farà molto caldo anche su Puglia, Basilicata e Calabria, dove la colonnina di mercurio arriverà a sfiorare i 43/44 gradi”.

Tanto caldo anche nel weekend di Ferragosto. Infatti, l’esperto ha dichiarato: “L’anticiclone farà sentire i suoi effetti anche al centro-nord con temperature fino a 39/40 gradi sulle basse pianure di Lombardia ed Emilia Romagna, nelle zone interne della Toscana e del Lazio”.

Caldo record, la spiegazione del meteorologo e le raccomandazioni per proteggersi

Mentre l’Italia affronta un’ondata di caldo intenso, il Ministero della Salute ribadisce alcune regole fondamentali per proteggersi dalle alte temperature, soprattutto per i soggetti più fragili. In particolare, bisogna evitare di esporsi al caldo o al sole dalle 11 alle 18 e di frequentare zone particolarmente trafficate. Il consiglio è di uscire nelle ore più fresche della giornata, evitando l’attività fisica all’aperto nelle ore più calde. Sconsigliate le bevande alcoliche, ma anche quelle troppo fredde. Fondamentale, invece, bere tanta acqua per restare ben idratati. Preferibile un’alimentazione leggera, prediligendo la pasta e il pesce rispetto alla carne, ai cibi elaborati e a quelli piccanti.

Inoltre, gli esperti suggeriscono di indossare indumenti chiari, leggeri, in fibre naturali, come cotone e lino. Utile anche proteggersi la testa dal sole indossando un cappello.

Contents.media
Ultima ora