Champions League, Bayer Leverkusen-Atletico Madrid 2-4: ecco le pagelle
Champions League, Bayer Leverkusen-Atletico Madrid 2-4: ecco le pagelle
Calcio

Champions League, Bayer Leverkusen-Atletico Madrid 2-4: ecco le pagelle

Champions League, Bayer Leverkusen-Atletico Madrid 2-4: ecco le pagelle
Champions League, Bayer Leverkusen-Atletico Madrid 2-4: ecco le pagelle

Gameiro è dominatore dell’attacco e Dragovic un disastro. Brandt il migliore, Hernandez si desta solo nel finale, di questi ottavi di Champions League.

Gli ottavi di andata di Champions League tra Bayern Leverkusen e Atletico Madrid segnano un bilancio di 4 reti e un successo che si vendica del k.o. di due anni fa.

BAYER LEVERKUSEN

Leno: 7 – Gestisce un pallone vagante sulla testa di Griezmann. Prodigioso l’intervento sulla mezza rovesciata sicura di Tiago.

Hilbert: 6 – Sicuro e preciso in copertura sulla destra. Risultati non eccelsi con Bellarabi.

Papadopoulos: 6,5 – Difensore vecchia guardia, dal piede pesante e la grinta inesauribile. Il cartellino giallo è sempre in agguato e, alla fine, se lo prende.

Spahic: 6,5 – Pericoloso. Negata la gioia del gol da Mandzukic. In difesa è preciso e forma una buona coppia con Papadopulsos.

Wendell: 6 – Velocissimo e tatticamente disciplinato. Sia sull’attacco che alla fase di ripiegamento.

Bellarabi: 7 – Strappa e affonda tra le linee avversarie.

Ed è sempre col pallone rigorosamente incollato al piede. Imbecca con la suola e serve il gol di Calhanoglu. Un capolavoro.

Bender: 6 – È uno scoglio in mezzo al centrocampo. Ben presente. Dal 67′, Rolfes: 6 – Sostituisce letteralmente il compagno.

Castro: 6 – Ottimo nell’offrire il primo passaggio, nello smistare sugli esterni e in verticale sulla punta.

Son: 6 – Rapido ma combina poco. Spesso sbaglia i tempi dell’inserimento.

Calhanoglu: 7,5 – Sempre nel cuore della manovra offensiva tedesca. Idee brillanti e grande precisione. Agisce da trequartista e in mezzo. Si inserisce perfettamente nell’azione dell’1-0 e silura senza fermarsi tanto a riflettere. Dall’87’, Brandt: s.v.

Drmic: 6 – Funzionale sui lanci lunghi dalla difesa. Mette a terra un numero elevato di palloni. Dall’80’, Kiessling: s.v.

All. Schmidt: 7 – Ha preparato davvero bene la squadra. Il gioco è divertente, rapido, mai noioso. Ha grandi piedi tra i suoi giocatori e li ha saputi disciplinare con maestria.

Subisce pochissimo l’iniziativa degli spagnoli.

ATLETICO MADRID

Moya: 5,5 – Insicuro sui traversoni. Si trova esattamente sulla traiettoria del tiro di Calhanoglu sull’1-0, ma resta impassibile.

Juanfran: 6 – Scattante, compare anche in avanti ma non costruisce nulla.

Godin: 5,5 – Bypassato da Calhanoglu nell’azione dell’1-0. Bello il duello con Josip Drmić.

Miranda: 6 – Il nemico lo fa ammattire quando lo punta in corsa.

Siqueira: 5,5 – Bellarabi gli fa venire le vertigini, col suo dinamismo. Sempre in ritardo nelle diagonali difensive e poco produttivo nella spinta. Dal 38′, Jesbus Gamez: 5,5 – Più composto in difesa. Apporto pari a zero in avanti.

Arda Turan: 6,5 – Molta la tecnica nel controllare il pallone. Davanti è il migliore con le idee più chiare e una maggior intraprendenza. Dal 65′, Torres: 5,5 – Si dice sia entrato in campo.

Gabi: 5 – Mancano le sue intuizioni in mezzo. È appesantito e poco fluido.

Un pesce fuor d’acqua.

Tiago: 4,5 – Espulso per una brutta entrata. Un più, diversi palloni persi e poca lucidità. La responsabilità dell’insuccesso è opera sua.

Saul: 6 – Combina poco nella propria fascia di competenza, ma è protagonista di alcuni recuperi utili. Dal 42′, Raul Garcia: 5,5 – Niente di elettrizzante.

Mandzukic: 5,5 – Lotta con vigore, ma abbastanza fine a se stesso. Assente nella zona piu viva.

Griezmann: 5 – Capigliatura accesa, gira a vuoto e non trova lo spunto giusto. Inespresso.

All. Simeone: 5 – Due infortuni in apertura non lo hanno aiutato. Ma la sua squadra, oggi, è senza spina dorsale e dalle poche idee confuse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche