Come curare il forte prurito del cuoio capelluto
Come curare il forte prurito del cuoio capelluto
Wellness

Come curare il forte prurito del cuoio capelluto

Prurito del cuoio capelluto

Per risolvere il problema del prurito al cuoio capelluto si possono adottare diversi metodi. Eccone alcuni.

Ci sono diverse cause per cui il cuoio capelluto può essere pruriginoso. Spesso il prurito del cuoio capelluto è dovuto alla secchezza cutanea o, al contrario, a una base oleosa. Lo stress, una cattiva alimentazione, cattive abitudini di lavaggio, psoriasi, dermatite seborroica e persino i pidocchi possono essere la causa di un prurito frequente alla testa. Se vi trovate in una condizione del genere, vi consigliamo di fare una visita dermatologica approfondita, che trovi la causa del prurito e vi eviti il peggiorare della situazione. Chiedete, dunque, consiglio al medico se il fastidio è frequente. Se, invece, vi trovate per la prima volta a fronteggiare tale disturbo, ecco qualche consiglio per voi.

Prurito del cuoio capelluto

Come abbiamo visto, a volte il prurito del cuoio capelluto può essere dovuto semplicemente a qualche abitudine scorretta. È molto frequente, per esempio, che uno shampoo molto aggressivo irriti la cute. Prestate attenzione a usare solo prodotti adatti al vostro tipo di capello.

Anche lavaggi troppo frequenti possono avere ripercussioni sul cuoio capelluto molto sensibile. Ecco, allora, qualche consiglio per affrontare il prurito.

Consigli anti-prurito

A volte, semplicemente una variazione di abitudini vi aiuterà a vincere il prurito. Facciamo qualche esempio.

  • Acquistate un tipo di shampoo antimicotico, soprattutto se si verifica forte prurito a causa di forfora. Questi tipi di shampoo possono essere acquistati in farmacia e svolgono funzione anche disinfettante. Tuttavia, se il prurito si diffonde su orecchie, viso e collo, è bene rivolgersi a un medico che possa indirizzarvi verso un prodotto specifico.
  • Applicate un olio sulla cute. Può essere un olio d’oliva, un olio di cocco o un olio d’argan. Applicatelo sul cuoio capelluto mezz’ora prima dello shampoo e lasciatelo agire. Mentre siete sotto la doccia, fate attenzione a eliminare tutti i residui, in modo che la cute non resti oleosa. Questi tipi di oli idratano e leniscono la pelle secca, dando sollievo al cuoio capelluto pruriginoso.

    Potete fare un impacco con l’olio da tenere in posa anche tutta la notte. Dovrete, poi, risciacquarlo alla mattina.

  • Scegliete uno shampoo estremamente delicato nel caso il prurito sia provocato da un’irritazione. Spesso, infatti, è l’aggressività dello shampoo a infiammare il cuoio capelluto.

Casi particolari

Un cuoio capelluto con grave 12 può essere dovuto anche a pidocchi. Se dopo un attento esame vedete dei pidocchi, andate da un dermatologo immediatamente, per evitare la diffusione dei pidocchi ad altre persone. Alcune sostanze chimiche nei prodotti per la cura dei capelli o dei trattamenti coloranti possono, a loro volta, provocare prurito del cuoio capelluto. Se notate i sintomi entro 48 ore dall’utilizzo di un prodotto particolare, interrompete immediatamente l’uso e consultate un dermatologo.

Ricordiamo che su amazon sono disponibili numerosi prodotti contro i pidocchi. Vi segniamo qui di seguito le 3 migliori promozioni

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche